Intervengono per una lite e trovano un 35enne che deve scontare una pena: arrestato

Durante le fasi di identificazione è emerso che il trentacinquenne agrigentino era destinatario di un’ordinanza di carcerazione per una truffa commessa a Trapani

Intervengono per sedare una lite, scoppiata in un appartamento della zona 167 di Lecce, e trovano - in quell'abitazione - un agrigentino trentacinquenne che deve scontare una pena di sei mesi. Un uomo, C. F. G., che è stato arrestato e portato alla casa circondariale di Lecce. 

Ad intervenire - cercando di riportare la calma in una coppia che stava litigando - sono stati i poliziotti delle Volanti della Questura di Lecce. Gli agenti giunti nell'appartamento hanno trovato anche altre due persone, ospiti della coppia. E fra questi ospiti, appunto, c'era C. F. G. di 35 anni, della provincia di Agrigento, spostatosi a Lecce per incontrare la propria compagna. Durante le fasi di identificazione è, naturalmente, subito emerso che il trentacinquenne agrigentino era destinatario di un’ordinanza di carcerazione per una truffa commessa a Trapani. L'ordine di carcerazione era del 24 aprile scorso, ed era stato emesso dalla Procura della Repubblica presso il tribunale di Trapani. Il trentacinquenne, a quanto pare, non ne era a conoscenza.

Potrebbe interessarti

  • L'arnica, un rimedio naturale a dolori e infiammazioni

  • Il paddle, lo sport dei vip che è ormai diventato mania

  • Specchio, specchio delle mie brame

  • Il party perfetto di Ferragosto

I più letti della settimana

  • Scooterone finisce dentro un canale di scolo: muore trentenne a causa di un incidente

  • Mafia e massoneria deviata, scatta un altro arresto e un obbligo di presentazione alla Pg

  • Si sente male mentre fa il bagno, tragedia in spiaggia: muore un pensionato

  • Ritrovato nascosto in un casolare il trattore rubato: scattano tre arresti

  • Auto investe un ciclomotore e scappa: due 17enni feriti, denunciato automobilista "pirata"

  • Incidente tra auto e scooter, ferito grave il motociclista: trasferito in elisoccorso

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento