Aggrediti e feriti a coltellate, due ventenni in ospedale: uno è in prognosi riservata

L'altro giovane è stato suturato ed è stato dimesso dall'ospedale: 10 i giorni di prognosi. La polizia ha avviato le indagini per stabilire se c'è stata una rissa o una lite

(foto ARCHIVIO)

Dove, come e perché sono stati aggrediti non è chiaro. Due i ventenni, entrambi tunisini, sono finiti però al pronto soccorso dell’ospedale “San Giacomo d’Altopasso” di Licata. Ad uno sono stati applicati dei punti di sutura ed è stato dimesso con una prognosi di 10 giorni. L’altro, durante la notte fra lunedì e ieri, è stato invece sottoposto ad un delicato intervento chirurgico. Ieri, risultava essere in prognosi riservata. Non dovrebbe essere in pericolo di vita, ma il quadro clinico – forse anche per delle patologie pregresse - è apparso un po’ più delicato rispetto a quello del connazionale. Dell’accaduto si stanno occupando – le indagini sono state avviate subito dopo aver ricevuto la segnalazione dal pronto soccorso – i poliziotti del commissariato cittadino.

I due sono stati aggrediti e picchiati. Hanno riportato ferite da arma da punta, verosimilmente un coltello. Cosa sia accaduto e dove – ieri mattina – non risultava essere affatto chiaro. 

I poliziotti, nella serata di lunedì, hanno ricevuto la segnalazione, da parte dei sanitari in servizio al pronto soccorso, per due giovani immigrati feriti. Forse una lite? O una rissa? Gli agenti sono, naturalmente, subito, intervenuti e hanno iniziato a lavorare al caso. Dove è avvenuta l’aggressione? E perché? Gli interrogativi, ieri mattina appunto, erano ancora senza una risposta. Ma non poteva esserci visto che erano trascorse poche ore. Appare scontato che per meglio inquadrare l’episodio, i poliziotti del commissariato di Licata avranno bisogno di sentire entrambi i due giovani rimasti feriti e soccorsi al rettifilo Garibaldi. Ventenni che, a quanto pare, al pronto soccorso sono giunti alticci. Un dettaglio, questo dell’ubriachezza, che potrebbe lasciar propendere per una improvvisa lite o una rissa. Non è chiaro se fra soli connazionali o se fra immigrati e licatesi. Servirà, inevitabilmente, del tempo affinché le investigazioni proseguano e affinché i poliziotti del commissariato di Licata riescano a fare chiarezza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade dal carro di Carnevale ed è tragedia: morto un bimbo di 4 anni

  • Emergenza Coronavirus, scatta la quarantena per tre persone

  • La Questura ferma il Carnevale di Sciacca, la kermesse è stata definitivamente annullata

  • "C'è un sospetto caso di Coronavirus al pronto soccorso", l'allarme viaggia su Whatsapp: è una fake news

  • L'incidente mortale a San Leone, arrestato il 49enne che era alla guida dell'auto

  • Psicosi Coronavirus, dirigenti scolastici sospendono le gite

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento