"Trovato in possesso di hashish", convalida e obbligo di dimora per 19enne

Il giovane era stato arrestato dai militari delle Fiamme Gialle che non riuscirono però a bloccare un'altra persona che s'è, di fatto, allontanata

(foto ARCHIVIO)

Ore 14. Il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Agrigento, Alessandra Vella, ha convalidato l'arresto del diciannovenne e lo ha rimesso in libertà disponendo l'obbligo di dimora nel Comune di Licata. A rappresentare e difendere l'indagato, V. D. A., durante l'udienza, è stato l'avvocato Gaspare Lombardo.

L'arresto della Guardia di finanza 

Alla vista delle divise, avrebbe tentato di allontanarsi repentinamente. Passi rapidi che non sono naturalmente passati inosservati alla Guardia di finanza. I militari hanno inseguito e bloccato quel giovane ritenuto sospetto. E’ bastata una perquisizione e il diciannovenne sarebbe stato trovato in possesso – stando all’accusa – di circa 200 grammi di sostanza stupefacente, hashish per la precisione. E’ dunque per l’ipotesi di reato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio che i finanzieri hanno arrestato V. D. A. di Licata. Il giovane, su disposizione del sostituto procuratore di turno: titolare del fascicolo d’inchiesta immediatamente aperto, dopo le formalità di rito dell’arresto è stato posto ai domiciliari. Questa mattina, al tribunale di Agrigento, si terrà la direttissima. A difendere e rappresentare il diciannovenne sarà il legale di fiducia: l’avvocato Gaspare Lombardo.

Per i “baschi verdi” non è però finita. I militari delle Fiamme gialle stanno, adesso, infatti, cercando di ricostruire da dove effettivamente provenisse quella droga e soprattutto chi era l'altra persona che è invece riuscita ad allontanarsi su un'autovettura. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il "giallo" di Canicattì: sentiti familiari e amici del 28enne morto, ritrovato il furgone

  • Scompare un pastore, scattano perlustrazioni e ricerche: ritrovato morto il 61enne

  • Traffico di cocaina dalla Calabria all'Agrigentino: tredici condanne

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • Non c'è pace per i contribuenti morosi: in arrivo altri 24 mila avvisi di pagamento

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento