Muore in ospedale e i familiari vanno su tutte le furie: interviene la polizia

Gli agenti stanno acquisendo la documentazione sanitaria e stanno sentendo le cosiddette persone informate sui fatti per stabilire - d’intesa con la Procura che è stata già notiziata - se va o meno aperta un’inchiesta

(foto ARCHIVIO)

Muore un cinquantenne e i familiari vanno in escandescenze. Sono dovuti intervenire i poliziotti del commissariato di Licata per riportare la calma e l’ordine all’interno dell’ospedale “San Giacomo d’Altopasso”. Poliziotti che, adesso, stanno acquisendo la documentazione sanitaria e stanno sentendo le cosiddette persone informate sui fatti per stabilire - d’intesa con la Procura della Repubblica di Agrigento che è stata già notiziata - se va o meno aperta un’inchiesta.

Il cinquantenne, a quanto pare gravemente malato, è spirato in ospedale. Il dramma ha, inevitabilmente, scosso i familiari che, ad un certo punto, avrebbero iniziato ad inveire contro i medici. Si sarebbero, insomma, registrati dei momenti di trambusto. Ieri, in commissariato, non risultavano essere state formalizzate né querele per aggressioni o tentate aggressioni ai danni dei sanitari di turno, né – durante l’intervento dei poliziotti – erano stati constatati danneggiamenti agli interni ospedale. L’atmosfera, subito dopo la disgrazia, s’è però fatta tesissima tant’è che, ad un certo punto, sarebbe stato lanciato l’Sos. E al “San Giacomo d’Altopasso”, dove appunto s’era registrata la tragedia, sono intervenute le pattuglie del commissariato cittadino. Gli agenti hanno, naturalmente, subito riportato la calma e l’ordine e poi hanno cercato – anche ieri risultavano essere al lavoro – di chiarire cosa effettivamente fosse accaduto. Verrà – come sempre avviene in casi di questo genere – valutata l’eventualità di un caso di malasanità e dunque se possano esserci stati imperizie o imprudenze da parte dei medici. Le proteste dei familiari del defunto verranno, dunque, attenzionate e approfondite. Ma, naturalmente, servirà del tempo per fare chiarezza. Ieri non veniva reso noto se i familiari del cinquantenne deceduto in ospedale avessero o meno formalizzato denuncia. Ma anche per fare questo c’è un termine ben preciso a disposizione.

I poliziotti del commissariato di Licata, nel più fitto e dovuto riserbo, si stanno dunque occupando dell’accaduto per stabilire, innanzitutto, se ci sono o meno gli elementi per andare avanti con le indagini e dunque per aprire o meno un’inchiesta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Formiche in casa: rimedi naturali per eliminarle

  • Nave "madre" abbandona barca a pochi metri dall'arenile: è maxi sbarco a Palma

  • Paga una piega ai capelli 150 euro, la parrucchiera: "Non ha voluto resto, mi sono commossa"

  • "Feroce" rissa davanti ad un ufficio postale, la Mobile evita il peggio: tre denunciati

  • Muore al "San Giovanni di Dio", espianto degli organi su una 29enne

  • Amazon a braccia aperte, l'agrigentina Valeria Castronovo: "Ho cambiato vita a 32 anni"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento