Muore in ospedale e i familiari vanno su tutte le furie: interviene la polizia

Gli agenti stanno acquisendo la documentazione sanitaria e stanno sentendo le cosiddette persone informate sui fatti per stabilire - d’intesa con la Procura che è stata già notiziata - se va o meno aperta un’inchiesta

(foto ARCHIVIO)

Muore un cinquantenne e i familiari vanno in escandescenze. Sono dovuti intervenire i poliziotti del commissariato di Licata per riportare la calma e l’ordine all’interno dell’ospedale “San Giacomo d’Altopasso”. Poliziotti che, adesso, stanno acquisendo la documentazione sanitaria e stanno sentendo le cosiddette persone informate sui fatti per stabilire - d’intesa con la Procura della Repubblica di Agrigento che è stata già notiziata - se va o meno aperta un’inchiesta.

Il cinquantenne, a quanto pare gravemente malato, è spirato in ospedale. Il dramma ha, inevitabilmente, scosso i familiari che, ad un certo punto, avrebbero iniziato ad inveire contro i medici. Si sarebbero, insomma, registrati dei momenti di trambusto. Ieri, in commissariato, non risultavano essere state formalizzate né querele per aggressioni o tentate aggressioni ai danni dei sanitari di turno, né – durante l’intervento dei poliziotti – erano stati constatati danneggiamenti agli interni ospedale. L’atmosfera, subito dopo la disgrazia, s’è però fatta tesissima tant’è che, ad un certo punto, sarebbe stato lanciato l’Sos. E al “San Giacomo d’Altopasso”, dove appunto s’era registrata la tragedia, sono intervenute le pattuglie del commissariato cittadino. Gli agenti hanno, naturalmente, subito riportato la calma e l’ordine e poi hanno cercato – anche ieri risultavano essere al lavoro – di chiarire cosa effettivamente fosse accaduto. Verrà – come sempre avviene in casi di questo genere – valutata l’eventualità di un caso di malasanità e dunque se possano esserci stati imperizie o imprudenze da parte dei medici. Le proteste dei familiari del defunto verranno, dunque, attenzionate e approfondite. Ma, naturalmente, servirà del tempo per fare chiarezza. Ieri non veniva reso noto se i familiari del cinquantenne deceduto in ospedale avessero o meno formalizzato denuncia. Ma anche per fare questo c’è un termine ben preciso a disposizione.

I poliziotti del commissariato di Licata, nel più fitto e dovuto riserbo, si stanno dunque occupando dell’accaduto per stabilire, innanzitutto, se ci sono o meno gli elementi per andare avanti con le indagini e dunque per aprire o meno un’inchiesta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Si affaccia al balcone e si masturba: 45enne allontanato per un anno

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento