Licata, intimidazioni per "veicolare" le aste giudiziarie: 15 arresti nella notte

Tra gli altri, contestati anche i reati di estorsione, usura, detenzioni di armi da fuoco e spaccio di sostanze stupefacenti: quindici le persone in manette, mentre tre sono gli obblighi di dimora

 

Retata questa notte dei carabinieri del Comando provinciale di Agrigento. I militari della Compagnia di Licata hanno eseguito 18 misure cautelari nei confronti di altrettante persone, indiziate, tra gli altri, anche dei reati di estorsione, usura, detenzioni di armi da fuoco e spaccio di sostanze stupefacenti: quindici le persone in manette, mentre tre sono gli obblighi di dimora.
 
 
Il blitz, denominato "Aut Aut", è scaturito in seguito alle indagini sulle irregolarità nelle aste giudiziarie relative agli anni 2009 e 2010, e su una serie di azioni intimidatorie e ritorsioni nei confronti di commercianti, avvocati e privati cittadini, che per motivi personali o professionali avevano interesse ad acquisire beni immobili provenienti da procedure esecutive e ricadenti nel territorio di Licata. Gli indagati avrebbero quindi tentato di manipolare le aste giudiziarie, "intervenendo" con diversi atti intimidatori. L'ordinanza è stata emessa da giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Agrigento, Luisa Turco, su richiesta del procuratore aggiunto Ignazio Fonzo e dai sostituti Lucia Brescia e Andrea Bianchi della Procura di Agrigento. Maggiori aggiornamenti nel corso della mattina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va a dare da mangiare agli animali e raccogliere verdura: non torna più a casa, 53enne ritrovato morto

  • Transenna della Ztl sull'auto comprata 2 giorni prima: 40enne su tutte le furie

  • Incidente sulla statale Agrigento-Raffadali: due feriti in ospedale

  • "Il direttore mi convocava e mi chiedeva se mio marito era sessualmente all'altezza", racconto choc in aula

  • "Disastro ambientale in via miniera Ciavolotta", imprenditori di mezza provincia l'avevano trasformata in discarica: 44 indagati

  • "Testate all'ex fidanzata per farla abortire", ventunenne rinviato a giudizio

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento