Scoppia l'incendio in un magazzino e dilaga il panico: gente in strada

Soltanto quando il rogo è stato fronteggiato, il panico dei residenti della zona s’è dissolto e tutti hanno fatto rientro nelle proprie abitazioni

(foto ARCHIVIO)

Notte di panico, quella fra venerdì e ieri, in via Santobuono, nel centro abitato di Licata. All’interno di un magazzino, che veniva utilizzato come deposito dal proprietario, si sono sviluppate le fiamme. Alcuni residenti del palazzo, vedendo il fumo e sentendo la puzza di bruciato, hanno temuto il peggio: hanno abbandonato i propri appartamenti e si sono riversati per strada.

Scattato l’allarme, sul posto si sono immediatamente precipitati i vigili del fuoco del distaccamento cittadino. I pompieri, idranti alla mano, hanno lavorato a lungo per spegnere l’incendio prima e per rimettere tutto in piena sicurezza dopo. Soltanto quando il rogo è stato fronteggiato, il panico dei residenti della zona s’è dissolto e tutti hanno fatto rientro nelle proprie abitazioni. All’interno del magazzino, usato appunto come deposito, tutto è andato distrutto. I vigili del fuoco si sono, come sempre, occupati anche del sopralluogo per stabilire cosa effettivamente abbia innescato la scintilla iniziale.

La matrice è risultata essere incerta, ma l’ipotesi investigativa avanzata e ritenuta privilegiata – mancando segni di effrazione – è stata quella di un incendio dovuto verosimilmente ad un cortocircuito dell’impianto elettrico.

Potrebbe interessarti

  • Tre metodi a confronto per pulire il condotto uditivo

  • Il paddle, lo sport dei vip che è ormai diventato mania

  • Il caffè è buono e fa bene

  • La parete verde: come organizzare il giardino verticale in casa

I più letti della settimana

  • "Prendo il reddito di cittadinanza, voglio rendermi utile": cittadino ripulisce piazza

  • "Sequestro di persona e abuso d'ufficio", Legambiente Sicilia denuncia Salvini

  • Chef Rubio choc su Instagram: "Lampedusa? Bella, ma è anche l'isola della cocaina e mafia"

  • Ignoti strappano annuncio mortuario per il trigesimo di Andrea Camilleri

  • Chiesa agrigentina, ecco tutti i nuovi parroci nominati dal cardinale

  • Blitz dei carabinieri in Caf e patronati: trovati dei lavoratori in nero

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento