Creare parcheggi dove c'erano gli immobili abusivi demoliti

L'assessore ai Lavori pubblici, Angelo Iacona, ha indirizzato una direttiva al dirigente del dipartimento Urbanistica, Vincenzo Ortega

Un momento di una passata demolizione

Creare aree di parcheggio, nei pressi delle spiagge, laddove erano stati realizzati gli immobili abusivi poi demoliti. L'assessore ai Lavori pubblici, Angelo Iacona, ha indirizzato - secondo quanto riporta oggi il Giornale di Sicilia - una direttiva al dirigente del dipartimento Urbanistica, Vincenzo Ortega, affinchè "individui le aree di sosta - si legge nel documento - della zona rivierasca, considerando anche le aree di sedime oggetto di demolizioni coatte, con relativa mappatura». Secondo la direttiva di Iacona, inoltre, «dovrà essere formulato un bando per la manifestazione di interesse da parte dei titolari delle strutture balneari, finalizzato alla concessione dei lotti individuati da destinare alla sosta nel periodo compreso tra il 15 giugno ed il 15 settembre". Il Comune applicherà "il canone di base secondo quanto stabilito dall'articolo 17bis del vigente regolamento, e che venga corrisposto nella misura del 50 per cento all'erario del Comune ed il rimanente 50 per cento per migliorie (scerbamento, manutenzione ordinaria e pulizia, custodia). Le aree interessate dal provvedimento sarebbero una ventina, pronte dunque a far fare cassa al Comune. Che finora ha speso milioni di euro per le demolizioni ma non ha incassato un solo euro dagli ex proprietari sui quali dovrà rivalersi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Comune di Licata non ha incassato in sostanza nulla dagli ex proprietari degli immobili abusivi a copertura delle spese sostenute per l'esecuzione degli abbattimenti lungo la fascia costiera. Un dettaglio che è stato anche confermato, in commissione Finanza, dall'assessore al Bilancio. Ma intanto l'ente ha stanziato altri 500 mila euro per le demolizioni nel 2019. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nave "madre" abbandona barca a pochi metri dall'arenile: è maxi sbarco a Palma

  • Paga una piega ai capelli 150 euro, la parrucchiera: "Non ha voluto resto, mi sono commossa"

  • Muore al "San Giovanni di Dio", espianto degli organi su una 29enne

  • Amazon a braccia aperte, l'agrigentina Valeria Castronovo: "Ho cambiato vita a 32 anni"

  • Trovano un portafogli e lo portano alla polizia municipale: hanno appena 13 anni i piccoli già grandi

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento