"Coltivazione di marijuana", Licata è la "patria": raffica di arresti

La Squadra Mobile e gli agenti del commissariato hanno scoperto tre piantagioni nel giro di pochissimi giorni. Sequestrate diverse centinaia di chilogrammi di "erba"

Sono tre le coltivazioni di canapa indiana che sono state scoperte, nel giro di pochissimi giorni, dai polizotti della Squadra Mobile della Questura di Agrigento e da quelli del commissariato di Licata. "Patria" della coltivazione di "roba" si conferma essere, ancora una volta, proprio la realtà di Licata. Quattro le persone che sono state arrestate. Prima, i coniugi licatesi: B. F., operaio di 43 anni, e C. A., casalinga di 35 anni che - secondo l'accusa - coltivavano, in 4 tunnel, 250 piante, per un peso complessivo di 247 chilogrammi.

Scoperti quattro tunnel di cannabis: sequestrati 247 chili di "roba" e arrestata una coppia

Nelle ultime due distinte operazioni, sono stati arrestate tre persone ritenute responsabili dell'ipotesi di reato di coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti del tipo marijuana. Le articolate indagini della Squadra Mobile di Agrigento e del commissariato di Licata hanno permesso di individuare due distinte coltivazioni di sostanze stupefacenti. Sequestrate diverse centinaia di chilogrammi di marijuana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Si affaccia al balcone e si masturba: 45enne allontanato per un anno

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento