"Coltivazione di marijuana", Licata è la "patria": raffica di arresti

La Squadra Mobile e gli agenti del commissariato hanno scoperto tre piantagioni nel giro di pochissimi giorni. Sequestrate diverse centinaia di chilogrammi di "erba"

Sono tre le coltivazioni di canapa indiana che sono state scoperte, nel giro di pochissimi giorni, dai polizotti della Squadra Mobile della Questura di Agrigento e da quelli del commissariato di Licata. "Patria" della coltivazione di "roba" si conferma essere, ancora una volta, proprio la realtà di Licata. Quattro le persone che sono state arrestate. Prima, i coniugi licatesi: B. F., operaio di 43 anni, e C. A., casalinga di 35 anni che - secondo l'accusa - coltivavano, in 4 tunnel, 250 piante, per un peso complessivo di 247 chilogrammi.

Scoperti quattro tunnel di cannabis: sequestrati 247 chili di "roba" e arrestata una coppia

Nelle ultime due distinte operazioni, sono stati arrestate tre persone ritenute responsabili dell'ipotesi di reato di coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti del tipo marijuana. Le articolate indagini della Squadra Mobile di Agrigento e del commissariato di Licata hanno permesso di individuare due distinte coltivazioni di sostanze stupefacenti. Sequestrate diverse centinaia di chilogrammi di marijuana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caso di meningite in un supermercato? Una "bufala" che sta terrorizzando

  • "Non so dove trovare i soldi presi ai clienti": 40enne minaccia il suicidio, salvato in extremis

  • Torna a casa e trova un ladro che sta rubando in camera da letto: arrestato un 42enne

  • "Cosa nostra" in Canada, il nuovo padrino è Leonardo Rizzuto

  • Mancata convalida dell'arresto di Carola Rackete, la Cassazione respinge il ricorso della Procura

  • "Proteggere i resti del tempio di Zeus alla base del porto", l'allarme corre sui social

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento