Due colpi di pistola contro il balcone di casa di un disoccupato, aperta inchiesta

Chi ha sparato, e questa volta non è avvenuto nel cuore della notte, non è stato ancora rintracciato, né identificato. I carabinieri hanno già sentito il destinatario dell'intimidazione

(foto ARCHIVIO)

Due colpi di pistola sono stati esplosi – fra le 19,30 e le 20 di mercoledì – contro il balcone di una abitazione, in pieno centro a Licata. A chiamare i carabinieri, dopo aver sentito le deflagrazioni, è stato il proprietario della residenza: un disoccupato di 45 anni. I militari dell’Arma di Licata, senza perdere un solo secondo, sono accorsi e hanno subito rastrellato l’intera zona: sono stati controllati – come da procedura – anche eventuali persone ritenute sospette.

Chi ha sparato, e questa volta non è avvenuto nel cuore della notte, non è stato però trovato. I carabinieri hanno avviato le indagini e uno dei primi passi mossi è stato quello di verificare l’eventuale presenza, in zona, di telecamere di video sorveglianza pubbliche o private. Telecamere che potrebbero, naturalmente, indirizzare – e anche immediatamente - l'attività investigativa. Fitto è, naturalmente, il riserbo investigativo. Appare scontato, inoltre, che i militari dell’Arma abbiano già sentito il quarantacinquenne disoccupato per provare a capire se ha avuto o meno dei dissidi con qualcuno o se ha dei sospetti. 

I carabinieri hanno già effettuato tutti gli indispensabili rilievi tecnici sui colpi esplosi e sono state anche già avviate alcune audizioni. Verranno sentiti, per capire se abbiano visto qualcuno di inusuale o peggio di sospetto, i residenti dell’intero quartiere. Un fascicolo, a carico di ignoti, è stato aperto dalla Procura della Repubblica di Agrigento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caso di meningite in un supermercato? Una "bufala" che sta terrorizzando

  • Morto per infarto intestinale non diagnosticato, la difesa: "Familiari della vittima fuori dal processo"

  • "Non so dove trovare i soldi presi ai clienti": 40enne minaccia il suicidio, salvato in extremis

  • Torna a casa e trova un ladro che sta rubando in camera da letto: arrestato un 42enne

  • La "fabbrica" dei falsi invalidi, ispettore della Digos: "Non c'era una sola banda ma erano due"

  • Mancata convalida dell'arresto di Carola Rackete, la Cassazione respinge il ricorso della Procura

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento