Strutture ricettive e falsa pubblicità su internet, al via controlli mirati

Le verifiche, in particolare, riguarderanno le difformità informative in merito alle dotazioni di camere e di posti letto

(foto ARCHIVIO)

L'estate sta finendo. Ma i controlli ispettivi sui B&B e sulle varie strutture ricettive, verifiche disposte dal Libero consorzio comunale, non si arrestano. Si fanno anzi sempre più mirate perché i titolari delle strutture ricettive non sempre pubblicizzano, sui siti on line, quanto corrisponde al vero.

“I titolari delle strutture ricettive classificate operanti nella provincia, in forma scritta, sono stati invitati al rispetto puntuale delle norme in materia di classifica turistica, soprattutto per quanto concerne la pubblicizzazione sui siti di prenotazioni online – hanno ricordato dall’ex Provincia regionale - . Occorre, quindi, procedere ad effettuare i controlli sulle strutture che risultano ancora pubblicizzarsi in maniera difforme da quanto autorizzato nella determinazione dirigenziale di classificazione”.

In particolare, le verifiche riguarderanno le difformità informative in merito alle dotazioni di camere e di posti letto. Il Libero consorzio comunale di Agrigento ha dunque, per l’ennesima volta, approvato un piano di  vigilanza. Si tratta di controlli diversi, ma che vanno in parallelo a quelli realizzati dai poliziotti della sezione Volanti della Questura. La polizia verifica infatti che vengano comunicati tutti gli ospiti presenti. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente alla rotatoria Giunone: è morto un trentacinquenne

  • Forti piogge, riecco il maltempo: è allerta meteo gialla

  • Mamma di due bambini prova a lanciarsi dal viadotto, salvata in extremis dalla polizia

  • Crolla cornicione di un palazzo: terrore in piazza Cavour, evacuate famiglie e sequestrata l'area

  • Alfa Romeo si schianta contro la rotonda degli Scrittori: un 30enne è in gravi condizioni

  • L'incidente alla rotonda degli Scrittori: ferito portato a Palermo e conducente scomparso

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento