Il Libero consorzio in campo per la sostenibilità ambientale e la difesa della biodiversità marina

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Il 2018 ha confermato ancora una volta il ruolo del Libero Consorzio di Agrigento nei progetti di tutela dell'ambiente e la determinazione nell'attuazione delle politiche comunitarie per la difesa della bio diversità. In particolare il progetto UE “Tartalife - Riduzione della mortalità della tartaruga marina nelle attività di pesca professionale”, nel suo penultimo anno di attuazione ha visto lo staff del Settore Ambiente molto attivo su tutte le azioni che lo hanno direttamente coinvolto, in particolare con le azioni E.2 ed E.3. La prima, grazie alla consulenza degli esperti nei desk informativi sui fondi Feamp 2014-2020 attivati a Licata, Porto Empedocle e Sciacca, ha consentito l'erogazione di 336.000,00 euro per i dieci progetti presentati dagli operatori professionali della pesca delle marinerie agrigentine, ovvero il 100% dei progetti per i quali sono state richieste ed ottenute informazioni e consulenze.

Con l'azione E.3 invece è stato possibile attivare per il quarto anno consecutivo il programma di informazione e sensibilizzazione “Tartaworld”, che grazie agli animatori selezionati dal Libero Consorzio ha coinvolto centinaia di turisti e residenti (in particolare i più giovani) su tutte le spiagge della provincia secondo un programma molto articolato, e che con giochi, animazioni e informazioni dettagliate ha portato a conoscenza della popolazione e degli operatori i pericoli che corre la bio diversità marina. In particolare una specie prioritaria per la comunità europea, e a serio rischio di estinzione, come la Tartaruga marina Caretta caretta, a causa dell'impatto della pesca professionale, del disturbo antropico e delle varie fonti di inquinamento. L'attività del Libero consorzio quale partner del complesso progetto, che ha nel Cnr-Ismar l'ente capofila, è stata più volte sottolineata positivamente anche dalle puntuali revisioni dei monitor di progetto inviati dalla Commissione Europea, con riferimento anche al massiccio coinvolgimento delle scuole siciliane nel Concorso di educazione “Scopri-Tarta” e alle iniziative organizzate per diversi anni in estate, dal Ws Turtle day al Tartaday, che hanno riscosso un enorme successo.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento