"Io, 15enne, aggredito verbalmente perché contrario a quegli obbrobri nella Valle"

Lo sfogo di uno studente agrigentino di 15 anni, Flavio Principato, che ha scritto una lettera aperta sulle strutture adibite a "info point" nei pressi di "Porta V", nella Valle dei Templi

Le strutture nella Valle dei Templi

«Continuando con la costruzione di edifici del genere, non avremo mai il rispetto delle regole e delle leggi in questa magnifica città, proseguendo con i nostri lamenti sulle cose che non vanno, nonostante noi per primi ci macchiamo d'omertà, facendo finta di niente. Anche quando ciò avviene all'interno di un sito archeologico, patrimonio dell'umanità e dell'UNESCO dal 1997, che tutti noi dovremmo difendere!». Recita così lo sfogo di uno studente agrigentino di 15 anni, Flavio Principato, che ha scritto una lettera aperta sulle strutture adibite a "info point" nei pressi di "Porta V", nella Valle dei Templi.

«Affinché tutti i cittadini sappiano cosa sia avvenuto all'interno della nostra splendida città e, facendo appello a tutti voi, affinché venga ripristinata la legalità nella terra di Pirandello, - continua la lettera del giovane agrigentino - vi riporto in seguito il riassunto, di ciò che cita la legge Gui-Mancini e s.m.i : - All'interno del parco archeologico (ZONA A) di Agrigento è solo consentito esclusivamente la sola costruzione senza il danneggiamento dei reperti archeologici, solamente per la valorizzazione del luogo (e quindi non per la fruizione, due cose ben diverse)...''E' fatto divieto di eseguire nuove costruzioni, impianti e, in genere, opere di qualsiasi specie, anche se di carattere provvisorio. Sono soltanto consentite le opere di scavo e ricerca archeologica e quelle relative al restauro, alla sistemazione e alla valorizzazione della zona archeologica e dei suoi monumenti, ivi comprese quelle necessarie alla custodia dei beni archeologici; i relativi proggetti devono essere sottoposti all'approvazione del ministro per la pubblica istruzione, che la concede sentito il parere del consiglio superiore delle antichità e belle arti, nel rispetto dell'ambiente archeologico - D.M. 16 Maggio 1968, modificato con D.M. 7 ottobre 1971, (Gazz. Uff. li 24 maggio 1968, n. 131 e 28 ottobre 1971, n. 274) - Determinazione del perimetro della Valle dei Templi di Agrigento, delle preiscrizioni d'uso e dei vincoli di inedificabilità. Inoltre non è consentito né dal vigente P.R.G e né da quello passato. C'è quindi da chiedersi, chi ha rilasciato la concessione edilizia a queste ''schifezze'', necessaria per legge in tutto il territorio comunale? E inoltre per le dimensioni, poiché  Agrigento rientra nella zona sismica di seconda categoria, chissà se avranno pure il nulla-osta del genio civile, necessario anche per le strutture rimovibili?! Vorrei inoltre farvi presente un episodio che mi è accaduto in data 25-10-2013. Mi sono recato presso il quartiere Ellenistico-Romano, con la mia classe del Liceo Classico Empedocle,  gestito dal Parco Archeologico della Valle dei Templi, e esprimendo la mia opinione basandomi sulle leggi e senza aver detto una parola che potesse offenderli, sono stato "aggredito verbalmente" dalla Dott.ssa Parello e dal sig. Passarello Calogero impiegati presso il Parco Archeologico della Valle dei Templi. Una cosa inaccettabile in uno stato che dovrebbe essere democratico, laddove dovrebbe regnare la libertà di parola e di pensiero, soprattutto per un ragazzo di 15 anni che mira ad un futuro migliore. E' da queste persone che che dovrei forse prendere esempio? Sono stufo di far passare sempre tutto solo perché a monte ci sta qualcuno più potente e sono altrettanto stanco di sentire offese verso me solo per il mio pensiero. E' ora di dire BASTA».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va a dare da mangiare agli animali e raccogliere verdura: non torna più a casa, 53enne ritrovato morto

  • Transenna della Ztl sull'auto comprata 2 giorni prima: 40enne su tutte le furie

  • La mareggiata fa danni, annientato e distrutto uno dei principali chioschi delle Dune

  • "Disastro ambientale in via miniera Ciavolotta", imprenditori di mezza provincia l'avevano trasformata in discarica: 44 indagati

  • Incidente sulla statale Agrigento-Raffadali: una persona in ospedale

  • "Testate all'ex fidanzata per farla abortire", ventunenne rinviato a giudizio

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento