Cantiere aperto in via Elio Vittorini, Miccichè: "Sono interventi tampone"

Per il movimento "Noi con Salvini" tutto è scaturito dalla video-denuncia in cui si illustrano le condizioni di quella che oggi è individuata anche quale via di fuga in caso di calamità

Un "privato" sta gettando uno strato di materiale sabbioso calcarenitico lungo la via Elio Vittorini, a Maddalusa. Domattina il Comune provvederà a gettarvi sopra dell'acqua e, con appostiti macchinari, a compattare il terreno che ricopre solchi e evvallamenti che rendevano pericolosa l'arteria. Tutto così come disposto dalle prescrizioni della Soprintendenza.

Questi i fatti. E sono oggettivi. L'antefatto e quello che vi ruota attorno, invece, vede ancora una volta due "punti di vista contrapposti". Da un lato, il movimento "Noi con salvini" che sabato scorso ha, attraverso una diretta su fb, posto l'accento sulla questione sicurezza dell'arteria e oggi incalza dicendo che gli interventi scaturiscono dalla loro "video-denuncia". Dall'altro, l'amministrazione comunale che smentisce, almeno nella parte che riguarda la tempistica, quanto Peppe Di Rosa e Michele Mallia asseriscono.

In sintesi, nel corso del video Di Rosa e Mallia illustrano le condizioni di quella che fu una regia trazzera e poi, annessa allo stradario comunale (quindi di pertinenza del Comune in merito a manutenzione ordinaria e straordinaria), individuata anche quale via di fuga in caso di calamità nel quartiere balneare di San Leone.

"Dal 2011 in poi abbiamo lavorato a questo iter per conferire sicurezza a questa strada, che ancora non trova conclusione - ha detto il coordinatore di Ncs, Di Rosa -. Con gli allora vice sindaco e assessori Piero Luparello, Mallia e Gibilaro abbiamo avviato una interlocuzione con la Soprintendenza e l'anno scorso, seppure io e Mallia non fossimo più consiglieri nè assessori, abbiamo ottenuto il nulla osta necessario. Ma quest'amministrazione, da un anno, non fa nulla e si assume un rischio altissimo visto che, oltretutto, non c'è segnaletica in questa arteria stradale: oggi, dopo il nostro intervento di sabato con tanto di documentazione, senza nessun preavviso, senza nessuna delibera, senza nessuna ordinanza, viene fuori un privato che esegue gli interventi".

A replicare è l'assessore Franco Miccichè: "Questa strada è un 'pallino' dell'amministrazione fin dal nostro insediamento, anche per l'importanza che ricopre in materia di protezione civile. Ottenuta l'autorizzazione non avevamo, e non abbiamo i soldi per gli interventi di manutenzione straordinaria dell'intera via, che ammonterebbero a milioni di euro - ha detto l'assessore -. Ma il 26 luglio scorso, quindi prima di sabato, come da regolamento riguardo al protagonismo civico un privato ha inoltrato richiesta all'ufficio tecnico, ottenendo giovedì 4 agosto la necessaria autorizzazione a procedere a questi lavori che eliminano i punti di maggiore criticità", ha concluso Miccichè.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Statale 189, l'auto finisce fuori strada e si ribalta: muore un ventiquattrenne

  • Perde il controllo dell'auto mentre torna a casa: muore 23enne dopo un incidente

  • Si taglia una gamba e muore dissanguato: tragedia a Palma di Montechiaro

  • Incidente alla rotatoria Giunone: è morto un trentacinquenne

  • Forti piogge, riecco il maltempo: è allerta meteo gialla

  • L'incidente che ha ucciso Angelo, Racalmuto è sotto choc: annullati tutti gli eventi del week end

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento