Il rampollo di casa Agnelli, Lapo Elkann: "Lampedusa lasciata sola, è vergognoso"

L'imprenditore è stato intervistato a Palermo dove è testimone per la firma di un protocollo tra la Fondazione Laos e la Croce Rossa siciliana

Lapo Elkann

Il naufragio di Lampedusa, strage dove sono morte 13 persone, ha scosso il rampollo di casa Agnelli, Lapo Elkann.  L’imprenditore ospite di un evento a Palermo, ha risposto alle domande dei giornalisti. 

“Strage a Lampedusa? E’ vergognoso che l’isola sia lasciata da sola. Nessun politico – ha detto Elkann – è stato presente nei momenti difficili. Lo trovo vergnoso che a Lampedusa non fossero presenti le istituzioni. Migranti? La parola non mi piace, preferisco nuovi italiani.  Ricordo bene quando gli italiani andarono in America, eravamo migranti anche noi”.

Elkann dice la sua anche sull'operato, dell'ormai ex ministro, Matteo Salvini.  "No, non mi piace il suo comportamento sul tema dei migranti lo reputo dissolutivo e non costruttivo”. La risposta di Salvini non si è fatta attendere. “Elkann? Da lui risposte stupefacenti”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • "Tangenti per chiudere un occhio sulla contabilità", fra gli arrestati c'è un imprenditore favarese

  • "Occupazione abusiva di suolo pubblico", guai per una pizzeria della città

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

  • Rapina a mano armata in pieno giorno, derubato un corriere: portati via pacchi e soldi

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento