I netturbini sono tornati al lavoro: è ripresa la raccolta dei rifiuti

I 16 operatori ecologici - dopo tre giorni di astensione - sono in azione e stanno cercando, anche con l'utilizzo dei mezzi pesanti, di fare in fretta a ripulire l'isola, restituendole decoro e dignità 

Uno dei cumuli di rifiuti già rimosso

E' ripresa la raccolta dei rifiuti sulla più grande delle isole Pelagie. I 16 operatori ecologici sono tornati - dopo tre giorni di astensione - al lavoro e stanno cercando, anche con l'utilizzo dei mezzi pesanti, di fare in fretta a ripulire l'isola, restituendole decoro e dignità. 

Arrivano i soldi, si sblocca la vertenza 

La vertenza dei lavoratori non sembra però essere del tutto rientrata e sull'isola spirano venti di polemica. Ma Lampedusa ha bisogno di subire danni. Ha bisogno che la sua immagine, in questo periodo, non venga deturpata. Il sindaco delle Pelagie, Totò Martello, ieri, dopo il vertice in Prefettura, aveva raccontato: "Continuo a ricevere segnalazioni e denunce da parte degli operatori turistici per i gravissimi danni che stanno subendo". 

A Lampedusa, al momento, pare che ci siano oltre 40 mila presenze. 

Niente stipendi da tre mesi, netturbini in sciopero: il sindaco scrive alla Procura 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Statale 189, l'auto finisce fuori strada e si ribalta: muore un ventiquattrenne

  • Incidente alla rotatoria Giunone: è morto un trentacinquenne

  • Forti piogge, riecco il maltempo: è allerta meteo gialla

  • Mamma di due bambini prova a lanciarsi dal viadotto, salvata in extremis dalla polizia

  • Crolla cornicione di un palazzo: terrore in piazza Cavour, evacuate famiglie e sequestrata l'area

  • Alfa Romeo si schianta contro la rotonda degli Scrittori: un 30enne è in gravi condizioni

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento