Processo alla cricca di Lampedusa, testi continuano a disertare

Nuovi provvedimenti del tribunale che dispone numerosi accompagnamenti coatti

Bernardino De Rubeis

All’udienza precedente una ventina di testi citati dalla difesa dell’ex sindaco Bernardino De Rubeis non si sono presentati e i collegio di giudici della seconda sezione penale aveva preso duri provvedimenti facendo scattare sanzioni, diffide e accompagnamenti coatti con le forze dell’ordine. Ieri la scena si è ripetuta con un’altra quindicina di assenze ingiustificate.

"Tangentopoli lampedusana", una ventina di testi non si presentano

Il processo alla cosiddetta cricca di Lampedusa, che avrebbe agito fra il 2008 e il 2011, nel periodo in cui De Rubeis era a capo dell’amministrazione, subisce una frenata dopo un lunghissimo dibattimento scandito con udienze straordinarie ogni settimana. Ieri il presidente del collegio Giuseppe Miceli (a latere Enzo Ricotta e Rosanna Croce) ha letto un’ordinanza con la quale impone ai difensori di citare i testi “con raccomandata di un giorno” e a mezzo ufficiale giudiziario. Raffica di accompagnamenti coatti per chi non si è presentato e fissazioni di due udienze con attività già programmata per tentare di concludere un dibattimento dove molti reati sono prescritti. 

In questa fase si stanno sentendo i testi citati, oltre che dalla difesa di De Rubeis (affidata all’avvocato Enzo Caponnetto), dell’ex dirigente dell’Ufficio tecnico Giuseppe Gabriele e dell’ex consulente dell’ente Gioacchino Giancone, difesi dagli avvocati Ignazio Valenza e Giuseppe Lauricella. Gabriele e Giancone, secondo l’accusa rappresentata dal pubblico ministero Salvatore Vella, sarebbero stati i principali componenti della cricca che avrebbe gestito appalti e lavori pubblici in maniera illegittima in cambio di tangenti. 

Potrebbe interessarti

  • Come proteggersi dalle zecche

  • Formiche in casa: rimedi naturali per eliminarle

  • Come eliminare la puzza di sigarette dai nostri ambienti domestici

  • Il bicarbonato di sodio e i suoi utilizzi in casa

I più letti della settimana

  • Nuovo colpo a Cosa Nostra, scatta il blitz Assedio: 7 fermi, c'è anche un consigliere comunale

  • Camilleri resta in Rianimazione, il retroscena: 20 giorni fa si era rotto il femore cadendo in casa

  • Camilleri lotta fra la vita e la morte, Racalmuto lo ha già dimenticato

  • Bimbo di 12 anni rischia di annegare, tre bagnini lo portano in salvo

  • Blitz antimafia "Assedio", ecco i nominativi dei fermati

  • "Tangenti all'Agenzia delle Entrate", direttore generale: "Ecco perchè licenziai il funzionario"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento