Pratica in ritardo? Imprenditore aggredisce e picchia impiegato comunale: arrestato

Il quarantacinquenne è andato in escandescenze quando s'è sentito dire dal funzionario dell'Utc che ancora mancava della documentazione per la definizione della sua istanza

Una veduta della via Roma

Incontra, verosimilmente per caso, lungo via Roma, un impiegato dell’Utc di Lampedusa e si ferma a chiedergli conto e ragione sulla pratica amministrativa di cui attende, da tempo, la definizione. E’ arrabbiato perché ha riscontrato dei ritardi. Quando si sente dire, dall’impiegato, che manca ancora della documentazione, l’imprenditore quarantacinquenne va in escandescenze e si scaglia contro il dipendente comunale che è stato picchiato. Un momento di caos, nel centro di Lampedusa, che non è, naturalmente, passato inosservato ai carabinieri. I due militari di pattuglia e il comandante della stazione isolana intervengono immediatamente. Difficile però – secondo quanto è stato ricostruito ieri dal comando provinciale dell’Arma dei carabinieri di Agrigento – riuscire a fermare il furioso imprenditore che – secondo l’accusa – si è scagliato anche contro i due carabinieri. Il quarantacinquenne è stato, dunque, arrestato. Dovrà rispondere, adesso, delle ipotesi di reato di resistenza, minacce e lesioni a pubblico ufficiale.

I due militari di pattuglia hanno, infatti, riportato alcune contusioni e, dopo aver terminato le formalità di rito dell’arresto, si sono fatti controllare e refertare da un medico. Su disposizione del sostituto procuratore di Agrigento, titolare del fascicolo d’inchiesta subito aperto, è stato posto ai domiciliari. Pare che, ieri, l’impiegato comunale – vittima di quella che sembrerebbe essere stata una vera e propria aggressione – non avesse ancora formalizzato la querela di parte. Ma ha, naturalmente, del tempo a disposizione per poterlo ancora fare. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • "Tangenti per chiudere un occhio sulla contabilità", fra gli arrestati c'è un imprenditore favarese

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

  • Rapina a mano armata in pieno giorno, derubato un corriere: portati via pacchi e soldi

  • Il Giro d'Italia torna nell'Agrigentino, la "corsa rosa" fa tappa in Sicilia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento