"Stipendi sempre in ritardo per gli operatori ecologici", l'Usb chiede audizione

Aldo Mucci: "E' un pregiudizio per i diritti costituzionalmente garantiti degli utenti ad avere un servizio di igiene ambientale"

Il risultato di una passata protesta degli operatori ecologici (foto ARCHIVIO)

"Il sistematico ritardo nel pagamento degli stipendi ed i salari bassissimi". L'unione sindacale di base, di cui è responsabile Aldo Mucci, a tutela dei netturbini che prestano servizio a Lampedusa, chiede un'audizione all'Anac dell'assessorato regionale all'Energia e Servizi di pubblica utilità ed all'Anci.

"Il frequente ritardo negli adempimenti contrattuali di natura economica da parte delle aziende Iseda, Seap e Sea che operano nel Comune di Lampedusa - scrive il sindacalista Aldo Mucci - è un pregiudizio per i diritti costituzionalmente garantiti degli utenti del servizio di igiene ambientale. Accanto a questa drammatica realtà, aggiungiamo i bassissimi salari percepiti dai lavoratori e la cronica incapacità, da parte delle imprese, di adempiere con puntualità agli obblighi contrattuali. Ciò è la conseguenza dei mancati trasferimenti economici dovuti dalla Regione sicilia all'amministrazione comunale e quest'ultima alle imprese. Un sistema inaccettabile che dura da molti anni e che produce disservizi e confusione", 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • Non c'è pace per i contribuenti morosi: in arrivo altri 24 mila avvisi di pagamento

  • "Sporcaccione, non si buttano qui i rifiuti": scoppia la lite fra due uomini e accorre la polizia

  • Forti raffiche di vento e temporali, la Protezione civile dirama allerta "gialla"

  • Il riscatto e la rinascita, Andrea Mendola: "Non vedevo futuro adesso tutto è cambiato"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento