Il naufragio davanti l'isola dei Conigli, il sindaco: "Contiamo i morti nell'indifferenza"

Totò Martello: "Siamo tornati a contare le salme e lo stiamo facendo di fronte ad una società che sparge solo odio e rancore"

Il sindaco di Lampedusa, Totò Martello

"Contiamo i morti. Siamo tornati a contare i morti e lo stiamo facendo, ancora una volta, nel silenzio più assoluto e nell'indifferenza. Siamo però di fronte ad una società che sparge solo odio e rancore". Lo ha detto il sindaco di Lampedusa e Linosa, Salvatore Martello, informandosi sistematicamente sul recupero delle salme dopo il naufragio di ieri sera ad un miglio dall'isola dei Conigli. "Sono molti di più, sono molti di più" - ha aggiunto Martello in merito all'attuale dato su 7 cadaveri avvistati e recuperati.

Salvatore Martello si trova in questo momento a Barcellona, dove ieri ha incontrato il primo cittadino della città spagnola Ada Colau, per la presentazione del progetto Clarinet, che vede proprio il comune di Lampedusa e Linosa quale ente capofila con altri sette enti locali situati in territori di confine, dieci enti della società civile di otto paesi europei e due network internazionali impegnati sui temi della solidarietà, dell'accoglienza e della cooperazione nel Mediterraneo.

Le reazioni

"L'attuale governo giallo-rosso è l'unico responsabile dell'ennesima sciagura consumata ieri nei nostri mari. Ancora un naufragio nelle coste siciliane, ancora dispersi e persone annegate. A causa del buonismo dell'attuale maggioranza tornano in mare i barchini e i migranti a morire. Altre vite spezzate per l'incapacità di chi non ostacola le nuove partenze e, complice di questi traffici, continua a mettere in ginocchio un'isola ormai al collasso. Bisogna tornare al comando del Paese e, grazie ai decreti sicurezza di Matteo Salvini, fermare le politiche scellerate di Lamorgese e compagni". Lo ha detto il deputato siciliano Alessandro Pagano, vicecapogruppo della Lega alla Camera.

"Cordoglio per le vittime e condoglianze alle famiglie di chi ha perso la vita nel naufragio di fronte Lampedusa. Ringrazio i soccorritori che hanno evitato che il bilancio fosse ancora più drammatico. Anche questa ultima tragedia dimostra che è necessario intensificare il monitoraggio in mare e intervenire prima che accada il peggio". Lo dichiara Laura Boldrini, deputata del Pd. 

"Hanno recuperato cinque cadaveri dall'ultimo naufragio a Lampedusa. Ecco, questa è la dimostrazione che meno gente parte e meno gente muore, chi riapre i porti ha la coscienza sporca del sangue di uomini e donne che vanno a morire". Lo ha detto, secondo quanto riporta l'Ansa, Matteo Salvini durante un comizio a Rimini per l'inaugurazione della nuova sede locale della Lega. "Chi si lava la coscienza - ha detto - in realtà aiuta solo gli scafisti". Ma "appena torniamo al Governo - promette - i porti li sigilliamo". "Se provano a mettere mano al decreto sicurezza o a cancellare quota cento devono passare sul mio corpo - ha aggiunto - . Sicurezza e quota cento non si toccano".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul lavoro: si ribalta il trattore e muore un 53enne

  • Dimentica gli occhiali che spariscono in un lampo: interviene la polizia

  • Il mondo di un agrigentino a Budapest, Gero Miccichè: "Io e la Disney, una grande emozione"

  • Morta di malaria a 44 anni dopo una vacanza in Nigeria

  • Notte di fuoco fra Palma e Licata: distrutte le auto di insegnante e agricoltore

  • Cliente preleva allo sportello e si accorge dell'incendio in banca: chiusa piazza per ore

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento