Naufragio di Lampedusa, i sommozzatori recuperano altri due cadaveri

Sono complessivamente 9 le salme riportate sulla terraferma negli ultimi giorni. Sul fondo del mare dovrebbero esserci almeno altri 3 corpi

Uno dei cadaveri sul fondo del mare

Due salme sono state recuperate, nella giornata di ieri, dai sommozzatori della Guardia costiera che, a 60 metri di profondità, continuano a cercare di recuperare i cadaveri del naufragio verificatosi, a 6 miglia da Lampedusa, nella notte fra domenica 6 e lunedì 7.

Venerdì era stato ripescato il cadavere di un uomo, mentre il giorno prima altri 6 - e non 7 come era stato riferito in precedenza - corpi fra cui quello di un bambino sono stati riportati sulla terraferma. Sul fondo del mare dovrebbero esserci almeno altre 3 salme. Erano stati 12 infatti i corpi avvistati dal Rov della Guardia costiera, ma non è escluso che nelle vicinanze del barchino naufragato possano esserci altri cadaveri.

Oggi le condizioni del mare sono proibitive: ci sono onde alte 1,5 metri, quindi i sommozzatori non si stanno immergendo. A coordinare le operazioni è il procuratore aggiunto di Agrigento Salvatore Vella che si sta occupando del fascicolo d'inchiesta sul naufragio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Si affaccia al balcone e si masturba: 45enne allontanato per un anno

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento