Naufragio davanti l'isola dei Conigli, sommozzatori in arrivo per la ricerca di salme

L'imbarcazione che è colata a picco si trova a circa 40 metri di profondità

(foto ARCHIVIO)

Venerdì arriveranno, a Lampedusa, i sommozzatori della Guardia costiera per la ricerca - condizioni meteo permettendo - di salme in fondo al mare.

Il naufragio davanti l'isola dei Conigli, il relitto è a 40 metri di profondità: al via le ricerche

Fino alle 20, oggi, la ricerca dei dispersi - dovrebbero essere una quindicina - verrà fatta con due motovedette della Guardia costiera e con un velivolo Frontex. La perlustrazione, via mare e cielo, di ieri ha dato esito negativo. Il barcone di 10 metri, con a bordo 170 persone, salpato dalla Libia è colato a picco - dopo essersi ribaltato - ad un miglio circa dall'isola dei Conigli di Lampedusa. Ben 149 le persone che sono state tratte salvo dai militari della Guardia costiera che hanno effettuato un lavoro drammatico ma eccezionale. Fra i salvati anche un bambino di appena un anno e un ipovedente. 

Donna morta nel naufragio, in tasca il suo passaporto e quello delle figlie

Le condizioni del mare oggi, rispetto ai giorni precedenti, sono buone. Ecco perché i militari della Guardia costiera proveranno a fare in fretta e a scandagliare quanta più costa possibile. L'imbarcazione naufragata si trova a circa 40 metri di profondità. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Procura della Repubblica di Agrigento, con l'aggiunto Salvatore Vella, sta coordinando anche le ricerche dei dispersi. Subito dopo il naufragio è stato aperto un fascicolo d'inchiesta. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'università: "Calo dei contagi, l'epidemia in Sicilia finirà prima che altrove"

  • Aveva febbre e diarrea: morto un ghanese 20enne, scatta il protocollo sanitario per Covid-19

  • Favara saluta Lorena con i lenzuoli bianchi, i familiari del presunto omicida: "Persa una figlia"

  • L'epidemia da Coronavirus si allarga: primi contagiati a Naro e Ravanusa

  • Secondo tampone positivo in meno di 24 ore a Ravanusa: è un focolaio diverso, per l'Asp gli infetti sono 85

  • Rientra in città dal Nord e in famiglia scoppia il parapiglia: accorre la polizia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento