Barca carica di valige e con un'anguria: famiglia di libici in fuga sbarca a Lampedusa

Otto i figli, fra cui un piccino di 2 anni, messi in salvo. Una delle due donne, incinta al nono mese, è stata trasferita con l'elisoccorso, in via precauzionale, all'ospedale

Una veduta del luogo dove è giunta l'imbarcazione

Valigie ricolme di effetti personali: vestiti e ricordi fotografici compresi e perfino una anguria. Su quel barcone, lungo 7 metri, in vetroresina e con il doppio motore, avevano sistemato di tutto. La famiglia, sbarcata stamani a cala delle Palme a Lampedusa, è scappata dalla Libia. L'uomo, le due compagne e gli 8 figli avrebbero - stando ai loro racconti - intrapreso da soli la traversata della speranza. Quando sono approdati, qualcuno era senza scarpe: pare che le abbiano perdute durante il viaggio. Avevano i vestiti sporchi, ma tutti - soprattutto le due donne, che indossavano due lunghe tuniche, - sono risultate essere molto curate. I figli hanno dai due ai 14 anni. Forse soltanto l'adolescente potrebbe aver aiutato il papà durante la navigazione, oppure l'uomo potrebbe aver fatto tutto da solo. 

Un barchino con 11 persone: un'intera famiglia approda a Lampedusa

Una delle due donne, incinta al nono mese, è stata trasferita con l'elisoccorso, in via precauzionale, all'ospedale di Agrigento. Il tempo della gestazione sarebbe stato concluso da un po' e il parto poteva avvenire, dunque, da un momento all'altro. "Una bella famiglia" - questo il commento che riecheggia fra le forze dell'ordine presenti fra cala delle Palme e il porticciolo e gli operatori dell'hotspot di contrada Imbriacola dove sono stati portati. Quale fosse la professione dell'uomo, in Libia, non è stato ancora capito. Appare verosimile che, nelle prossime ore, quando verranno sentiti per ricostruire ufficialmente tutti i dettagli del loro viaggio, sarà una delle domande che gli verranno rivolte. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Temporali, vento e grandine: strade chiuse, crolli, alberi caduti ... ma Licata è in ginocchio

  • La mareggiata fa danni, annientato e distrutto uno dei principali chioschi delle Dune

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento