Caso Mare Jonio, c'è il secondo indagato: Casarini finisce sotto inchiesta

Il verbale è stato interrotto e sono state mosse le stesse contestazioni del comandante

Luca Casarini

Il procuratore aggiunto di Agrigento, Salvatore Vella, e il pubblico ministero Cecilia Baravelli hanno iscritto nel registro degli indagati il capo missione della Ong Mediteranea Luca Casarini, ex leader dei no global.

La decisione è stata presa dopo sette ore di interrogatorio in qualità di testimone. Il verbale, come prevede il codice, è stato sospeso. A Casarini vengono mosse le stesse contestazioni del comandante della Mare Jonio, Pietro Marrone, vale a dire favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e rifiuto di obbedire all'ordine imposto dalle autorità di arrestare l'imbarcazione. 

L'interrogatorio, in qualità di persona sottoposta a indagini, sarà ripetuto la prossima settimana in Procura, ad Agrigento, e sarà necessaria l'assistenza di un difensore. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Statale 189, l'auto finisce fuori strada e si ribalta: muore un ventiquattrenne

  • Perde il controllo dell'auto mentre torna a casa: muore 23enne dopo un incidente

  • Incidente alla rotatoria Giunone: è morto un trentacinquenne

  • Forti piogge, riecco il maltempo: è allerta meteo gialla

  • L'incidente che ha ucciso Angelo, Racalmuto è sotto choc: annullati tutti gli eventi del week end

  • Mamma di due bambini prova a lanciarsi dal viadotto, salvata in extremis dalla polizia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento