"La vendita del terreno della Valle dei Templi", riesame rimette in libertà Sinatra

I giudici del tribunale della libertà annullano l'ordinanza cautelare del gip per le accuse di falso e abuso di ufficio

Sinatra il giorno dell'arresto

Ordinanza di arresto annullata: i giudici del riesame rimettono in libertà l'albergatore agrigentino Enzo Sinatra, 82 anni, finito il 15 marzo agli arresti domiciliari con l’accusa di abuso di ufficio e falso. Non si conoscono ancora le motivazioni del provvedimento con cui i giudici del tribunale di Palermo hanno accolto il ricorso del difensore, l'avvocato Antonino Gaziano.

La difesa al riesame: "Scarcerate Sinatra, nessun abuso"

Sembrerebbe che il tribunale abbia ritenuto insussistenti i gravi indizi di colpevolezza. Sinatra è accusato di essersi appropriato con mezzi fraudolenti di un terreno di 2.200 metri quadrati, adiacente a Villa Genuardi e quindi confinante con l’hotel della Valle di Agrigento di cui è proprietario, a un prezzo stracciato di poco più di 10 mila euro e in maniera illegale perché non si poteva alienare “in quanto ricadente su un’area di interesse archeologico”. 

Sinatra, secondo il pubblico ministero Alessandra Russo che ha condotto l’inchiesta e ottenuto l’arresto da parte del gip, avrebbe acquisito un terreno inalienabile, adibendolo a posteggio del suo albergo, grazie ad un accordo collusivo con due funzionarie della Regione indagate al quale avrebbe partecipato un professionista a lui vicino che curò alcune pratiche.

Gaziano, in udienza, aveva ribadito quanto aveva già detto lo stesso Sinatra in occasione dell’interrogatorio di garanzia davanti al gip Francesco Provenzano che, in seguito, aveva comunque rigettato la richiesta di revoca della misura utilizzando anche termini piuttosto coloriti.

“Colluso con le funzionarie della Regione? Credo di averle incontrate due o tre volte in tutta la mia vita, di una di loro non ricordavo neppure il nome quando l’ho letto nell’ordinanza”. Questa era stata la difesa di Sinatra davanti al gip.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il "giallo" di Canicattì: sentiti familiari e amici del 28enne morto, ritrovato il furgone

  • Scompare un pastore, scattano perlustrazioni e ricerche: ritrovato morto il 61enne

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • Non c'è pace per i contribuenti morosi: in arrivo altri 24 mila avvisi di pagamento

  • "Sporcaccione, non si buttano qui i rifiuti": scoppia la lite fra due uomini e accorre la polizia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento