Uno dei migliori direttori di McDonald's del mondo è agrigentino, ecco la storia di Pietro Luparello

Il 37enne ha vinto "Ray Kroc Award", ed è un riconoscimento riservato ai migliori manager della catena di fast food americana

Sei un imprenditore, uno studente, un pizzaiolo o anche un "cervello" in fuga?  Abbiamo deciso di dare voce agli agrigentini fuori sede. Le loro esperienze, i loro racconti e le loro storie possono essere da esempio per chi ha voglia di tornare o anche di restare. Dedicheremo uno spazio settimanale, un focus che serva a raccontare le vite ormai lontane dall’ombra della Valle dei Templi. Un microfono aperto a tutti, una volta a settimana. Se un agrigentino fuori sede? Raccontati ad AgrigentoNotizie. 

Si chiama Pietro Luparello ha 37 anni ed è un agrigentino doc. Ha lasciato il sole della Valle dei Templi nel 2007. Ha riempito la valigia di vestiti ed è volato via,  lontano da Agrigento. Pietro ha portato con sè un bagaglio carico di aspettative, ma non ha dimenticato il rammarico di lasciare la città che lui ha amato da sempre. 

 Non è mai facile andare via, Pietro lo sa bene.

Per tutti è il ragioniere, così Pietro Luparello, trova spazio nel mondo di McDonald's. Il suo primo incarico è a Somma Lombardo, in provincia di Varese. Ed è li che Pietro inizia la sua carriera all’interno del mondo della catena di fast food americana. Pietro Luparello a testa bassa e facendo leva sulla meritocrazia ricopre il ruolo di manager, fino al 2016.

L’azienda sceglie di investire sull’agrigentino, promuovendolo direttore. Oggi Pietro Luparello vive a Castelletto Ticino in provincia di Novara ed è, appunto, il direttore di McDonald’s di Borgomanero.

Pietro Luparello, dopo tanta gavetta, ha ricevuto un importante premio. Infatti, l’agrigentino, è il migliore direttore di McDonald’s d’Italia. Il 37enne ha ricevuto il “Ray Kroc Award”, ovvero un premio dedicato all’uomo che ha fatto conoscere McDonald’s nel mondo, è un riconoscimento internazionale assegnato ogni anno ai direttori di ristoranti McDonald’s, che, oltre a distinguersi per aver portato risultati eccellenti, hanno dimostrato sul campo di vivere e rappresentare i valori della cultura McDonald’s: attenzione al cliente, capacità di costruire e motivare una squadra di lavoro affiatata, impegno costante per raggiungere gli obiettivi di business e un approccio innovativo al lavoro.

Una giuria seleziona l’1% dei direttori dei ristoranti McDonald’s che hanno dimostrato particolare passione e dedizione verso il proprio lavoro ed un indiscutibile impegno nel rapporto con il personale e i clienti.

L’agrigentino, infatti, volerà a Orlando, in Florida,  alla Worldwide Convention, il congresso che riunisce tutti i principali operatori McDonald’s a livello mondiale. Un riconoscimento importante che premia il lavoro di Pietro Luparello. Agrigento è lontana, la valigia piena di rammarico ha fatto spazio alla soddisfazione ed alla voglia di chiedere sempre di più 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade dal carro di Carnevale ed è tragedia: morto un bimbo di 4 anni

  • Emergenza Coronavirus, scatta la quarantena per tre persone

  • La Questura ferma il Carnevale di Sciacca, la kermesse è stata definitivamente annullata

  • "C'è un sospetto caso di Coronavirus al pronto soccorso", l'allarme viaggia su Whatsapp: è una fake news

  • L'incidente mortale a San Leone, arrestato il 49enne che era alla guida dell'auto

  • A Milano con la paura addosso, Daniele: "Coronavirus? Ho un consiglio per i miei concittadini"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento