Sciacca, ispezione a nido di Caretta Carretta: 102 le uova schiuse

Liberato il nido dalla sabbia, sono state scoperte ben 102 uova schiuse, con una sola nascita non riuscita ed altre due uova andate a male. 102 quindi sono le tartarughine nate a Sciacca lo scorso 24 agosto

Alla presenza di Stefania D’Angelo, Girolamo Culmone e Giuseppe Mazzotta, per il Wwf, di Diego Valenti, per la Ripartizione faunistico venatoria, e del tenente di vascello Salvatore Calandrino, comandante della Guardia costiera di Sciacca, è stata effettuata l’ispezione al primo nido di Sciacca, in località San Marco, per verificarne lo stato dopo 10 giorni dalla schiusa.

Liberato il nido dalla sabbia, sono state scoperte ben 103 uova schiuse, con una sola nascita non riuscita ed altre due uova andate a male.
102 quindi sono le tartarughine nate a Sciacca lo scorso 24 agosto.

Alla scoperta della schiusa la quantità era stata valutata sommariamente in 50 dai primi volontari occasionali che avevano provveduto ad aprire il recinto di protezione.

L’attenzione e la sorveglianza si spostano adesso al secondo nido di Sciacca, sempre in località San Marco, dove la deposizione è avvenuta il 20 luglio e la cui schiusa potrebbe verificarsi 9 settembre in poi.

Date le condizioni climatiche particolarmente “calde”, i volontari hanno già iniziato la sorveglianza.

Potrebbe interessarti

  • Formiche in casa: rimedi naturali per eliminarle

  • Il bicarbonato di sodio e i suoi utilizzi in casa

  • Difese immunitarie: come migliorarle con rimedi naturali

  • Come proteggere le nostre case dalle zanzare con rimedi naturali

I più letti della settimana

  • Colto da un malore mentre si fa il bagno, tragedia a Porto Empedocle: muore un uomo

  • Blitz "Assedio", le intercettazioni: "Io ci sono nato mafioso … mi devo vergognare che sono mafioso?"

  • Il pm la scagiona, lei muore poco dopo: la città piange Maria Garufo

  • Ricconi alla Scala dei Turchi, super yacht con scivolo gonfiabile

  • Auto travolge un ciclista, 51enne muore dopo l'incidente sulla statale Licata-Ravanusa

  • Si sfonda il tetto e il muratore precipita, grave trauma cranico: la prognosi sulla vita è riservata

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento