Invalidità civili, la Digos perquisisce anche i locali dell'Inps

Il reato ipotizzato andrebbe a toccare i presunti "protetti" che avrebbero usufruito di una corsia preferenziale a dispetto di altri che vedevano passare avanti la commissione incaricata a controllare i requisiti richiesti

Carlo Mossuto

Continua l'inchiesta sulle invalidità civili, dopo l'Asp sono stati sequestrati gli atti dell'Inps. La nuova attivita investigativa sarebbe pronta a indirizzare dei nuovi esposti. 

Su disposizioni dei magistrati della Procura della Repubblica di Agrigento, la Digos nel pomeriggio di ieri si è recata all'interno della sede centrale dell'InpsI poliziotti hanno preso in possesso delle documentazioni che verranno confrontate con quelle sequestrate già sequestrate la settimana scorsa all'Asp.

L'inchiesta, è coordinata dal procuratore aggiunto Ignazio Fonzo e dal Pubblico Ministero Andrea Maggiolini. Il reato ipotizzato andrebbe a toccare i presunti "protetti" che avrebbero usufruito di una corsia preferenziale a dispetto di altri che vedevano passare avanti la commissione incaricata a controllare i requisiti per l'invalidità.

Un meccanismo che i poliziotti dlla Digos, coordinati d Carlo Mossuto vorrebbero smantellare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • "Sporcaccione, non si buttano qui i rifiuti": scoppia la lite fra due uomini e accorre la polizia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento