Caltabellotta, Vito Marsala: "Una via in meoria di Placido Rizzotto"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

AL SINDACO
DEL COMUNE DI CALTABELLOTTA

AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO
COMUNE DI CALTABELLOTTA




Oggetto: Mozione d'indirizzo ai sensi art.21 del regolamento comunale. Intitolazione a Placido Rizzotto.

PREMESSO CHE:
• Placido Rizzotto, fu esponente di spicco del Partito Socialista Italiano e della CGIL;
• il sindacalista fu ucciso il 10 marzo del 1948 a Corleone per mano della mafia;
• solo ora grazie al confronto del dna con quello paterno sono stati attribuiti a lui i resti trovati in una foiba a Rocca Busambra;
• l'esperienza sindacale in Sicilia di Placido Rizzotto si intreccia tra le battaglie per la tutela del mondo del lavoro e la lotta contro la mafia sfociando il 10 marzo del 1948 nell'occupazione delle terre da parte dei contadini.

RICORDIAMO CHE:
• il Consiglio dei ministri ha condiviso la proposta del Presidente del Consiglio Mario Monti di celebrare funerali di Stato per il sindacalista Placido Rizzotto, figura emblematica della lotta contro la mafia, una volta terminati gli accertamenti tecnici sui resti recuperati;
• la storia di Placido Rizzotto, sindacalista socialista ucciso dalla mafia corleonese per aver difeso le ragioni dei contadini di fronte al grande latifondo, è riemersa in tutta la sua drammaticità nei giorni scorsi;
• si tratta di una storia esemplare. La scelta di vita di chi sposò la libertà e la giustizia e in nome di entrambe si oppose ai soprusi, alle prevaricazioni, al dominio di un pugno di uomini sull'intera comunità;
• l'esempio di Placido Rizzotto ha contribuito ad avviare l'Italia verso una coscienza civica più matura. Ha avuto il merito di spezzare un clima di omertà e di collusione tra potere politico e potere mafioso in quegli anni così radicato da istituzionalizzarsi;
• è stato scritto che la memoria è il salvadanaio dello spirito, il luogo dove si forgia il comune sentire, il senso di appartenenza a radici condivise. Placido Rizzotto ha dato la vita perchè le nostre radici fossero più salde.

TUTTO CIO' PREMESSO E CONSIDERATO
SI CHIEDE:

• di aderire all'iniziativa della CGIL siciliana affinché anche il nostro Comune, unitamente ad ogni comune d'Italia invii una pietra per la costruzione della tomba del sindacalista ucciso;
• d'impegnare l'Amministrazione comunale affinché, nella programmazione della toponomastica del Comune, si possa trovare una adeguata intitolazione a Placido Rizzotto.






Caltabellotta, 23/03/2012


Il Consigliere Comunale

Vito Marsala

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento