L'intimidazione al sindaco Lillo Zicari, non s'è parlato di "tutela" in Prefettura

Nei prossimi giorni, verosimilmente mercoledì, dovrebbe tenersi un consiglio comunale straordinario ed aperto a tutti gli altri sindaci dell’Agrigentino. Perché essere sindaci significa essere esposti in tutto e per tutto

Il sindaco di Realmonte: Calogero Zicari

Non s’è parlato di una eventuale “tutela”, ieri mattina, durante il faccia a faccia in Prefettura, per il sindaco di Realmonte, Lillo Zicari, che continua a dirsi “sereno” e intenzionato ad “ultimare il suo mandato amministrativo”. Per il futuro non ci sono “forse”, né “se”: l’attuale primo cittadino di Realmonte non si ricandiderà per il secondo mandato. “E non è una decisione presa adesso, dopo questo avvertimento, - ha spiegato ieri sera - . Ma è una decisione presa da tempo. Devo dedicarmi ad altro!”.

IL VIDEO. Zicari: "Sindaci in prima linea contro l'evasione e l'abusivismo edilizio"

“Non ho mai fatto del male a nessuno. Nonostante il trascorrere delle ore, continuo a non capire cosa abbia potuto determinare questo pesantissimo gesto” - ha continuato a ripetere Lillo Zicari, sindaco di Realmonte da tre anni e mezzo. L'auto della moglie del sindaco Zicari, nella notte fra giovedì e ieri, è stata danneggiata da quattro colpi di pistola. Qualcuno - erano le due circa - ha esploso i colpi dall'esterno, verso l'interno, del cancello della villetta di Zicari, alla periferia di Realmonte. La Fiat Punto è stata centrata in diversi punti. Dell’attività investigativa sull’inquietante intimidazione si stanno occupando i carabinieri di Realmonte e quelli di Agrigento, reparto Operativo compreso. Nessuna indiscrezione viene fatta filtrare, ma pare che i militari dell’Arma stiano cercando di capire, quale primo passo investigativo, quale possa essere stato il movente. Perché una mano si è armata ed ha pesantemente avvertito il sindaco.

Quattro colpi di pistola contro l'auto, il sindaco Lillo Zicari nel mirino 

Nei prossimi giorni, verosimilmente mercoledì, dovrebbe tenersi un consiglio comunale straordinario ed aperto a tutti gli altri sindaci dell’Agrigentino. Perché essere sindaci significa essere esposti in tutto e per tutto.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • "Occupazione abusiva di suolo pubblico", guai per una pizzeria della città

  • "Tangenti per chiudere un occhio sulla contabilità", fra gli arrestati c'è un imprenditore favarese

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento