Domenico Fontana:"Code per ritirare i cestelli? Sono fake news", interviene l'Assostampa

La Segreteria provinciale: "Affermazione grave, soprattutto perché generalizzata e non basata, questa, su prove di segno contrario"

foto archivio

Caos per il ritiro dei cestelli utili alla raccolta differenziata, l'assessore Domenico Fontana, replica alle polemiche delle ultime settimane. "Al di là, quindi, di alcune disfunzioni o di alcuni ritardi che certamente ci sono stati, c'è anche una componente che è dovuta all'amore di alcuni nostri concittadini per la polemica.  Facebook ha alimentato la classica 'fake news' poi ripresa da tutti gli organi d'informazione". Questi alcuni dei passaggi scritti dall'assessore Fontana, parole che non hanno lasciato indifferente l'Assostampa. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La nota

"La segreteria esprime disappunto per la terminologia utilizzata dal rappresentante della Giunta, la quale appare irrispettosa del lavoro di informazione svolto da tante testate agrigentine che in queste settimane hanno raccontato i numerosi disservizi del servizio di igiene ambientale e della fase di start-up della raccolta differenziata. In particolare Fontana, contestando quanto rappresentando da più organi d'informazione rispetto alla presenza – fatto questo indiscutibile e anche cristallizzato con foto e video – di lunghe file per il ritiro dei “mastelli”, ha parlato esplicitamente di “fake news”, accusando i giornali che avevano riportato questa notizia di aver preso una informazione dal web e averla rilanciata senza alcuna dovuta verifica. Affermazione grave, soprattutto perché generalizzata e non basata, questa, su prove di segno contrario. Nell'invitare Fontana a riversare nella gestione del settore di propria competenza pari energie a quelle che sembra dedicare all'analisi del lavoro svolto dai giornalisti agrigentini, ricordiamo – per l'ennesima volta – che se ad un qualsiasi cittadino italiano è consentita la possibilità di far rettificare notizie ritenute inesatte, non è prevista, né tollerabile, qualsiasi attività di latente delegittimazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nave "madre" abbandona barca a pochi metri dall'arenile: è maxi sbarco a Palma

  • Paga una piega ai capelli 150 euro, la parrucchiera: "Non ha voluto resto, mi sono commossa"

  • Amazon a braccia aperte, l'agrigentina Valeria Castronovo: "Ho cambiato vita a 32 anni"

  • "Pretendeva tangente da 15 mila euro per garantire la regolarità dei lavori": arrestato funzionario del Genio civile

  • Muore al "San Giovanni di Dio", espianto degli organi su una 29enne

  • Trovano un portafogli e lo portano alla polizia municipale: hanno appena 13 anni i piccoli già grandi

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento