È il giorno dell'insediamento del procuratore aggiunto Salvatore Vella

Davanti al presidente Pietro Maria Antonio Falcone, sono presenti tutte le istituzioni e le forze dell'ordine della provincia

Da sinistra, Salvatore Vella e Luigi Patronaggio

Il gran giorno è arrivato. Si è svolta nell'Aula Livatino del tribunale di Agrigento, la cerimonia d'insediamento del procuratore aggiunto di Agrigento, Salvatore Vella. Davanti al presidente Pietro Maria Antonio Falcone, sono presenti tutte le istituzioni e le forze dell'ordine della provincia. 

Vella: "Lotteremo contro le istituzioni deviate"

"Sono orgoglioso di servire questo ufficio - ha dichiarato Vella - e sono certo che faremo il nostro lavoro in questi anni, non sottraendo energie, risorse, passione ed equilibrio. Questa è una provincia difficile, abbiamo una criminalità violenta che spara, un'altra di colletti bianchi, abbiamo gruppi di potere bene organizzati, insomma avremo tanto da lavorare".

Il Csm ha deciso: Salvatore Vella è il nuovo procuratore aggiunto 

Parole di elogio sono arrivate dal procuratore di Agrigento, Luigi Patronaggio: "Siamo contenti di questa nomina, Vella ha dimostrato ampiamente grandi di doti di eloquenza e sagezza, sia come magistrato, come ad esempio nei processi di mafia, sia per come interloquisce con la società civile, su temi delicati come l'immigrazione clandestina".

Era la fine dello scorso marzo quando il Plenum del Consiglio superiore della magistratura decise: Salvatore Vella è il nuovo procuratore aggiunto di Agrigento. Vella prende il posto che era stato ricoperto, per otto anni, dal magistrato uscente Ignazio Fonzo che, nell'aprile del 2017, è stato nominato aggiunto a Catania.

Storie di migranti, Vella racconta la sua esperienza

Salvatore Vella, 48 anni, abituato ad un carico di lavoro elevato, è stato, fino ad ora, sostituto procuratore proprio ad Agrigento ed ha un curriculum di grande spessore, con esperienze - dall'aprile del 2001 al luglio del 2008 - alla Procura di Sciacca ed alla Dda di Palermo dal 2008 fino al febbraio del 2012. Vella conosce, come pochi, il fenomeno mafioso dell'Agrigentino. Ma è anche un grande conoscitore e studioso del fenomeno dell'immigrazione clandestina.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Arriva il procuratore aggiunto Salvatore Vella

Alla Procura di Agrigento è arrivato sei anni fa.  Nei primi mesi del 2017, il Csm aveva deliberato il suo trasferimento alla Procura di Trapani come sostituto. La presa di possesso del suo nuovo incarico doveva avvenire pochi mesi dopo ma venne, allora, rinviata per evitare lo svuotamento dell’ufficio visto che c'erano stati altri trasferimenti. L'11 maggio del 2017, il Cms lo ha poi proposto all'unanimità come procuratore aggiunto della Procura di Agrigento.

Il video - Vella si è insediato, il nuovo procuratore aggiunto: "E' necessario il calvario per potere gioire fino in fondo"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dopo 24 giorni la magia s'è dissolta: il nuovo caso di Covid-19 a Campobello fa salire a 126 i contagiati

  • "Pretendeva tangente da 15 mila euro per garantire la regolarità dei lavori": arrestato funzionario del Genio civile

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

  • "La cultura riparte", riapre la Valle dei Templi: ingresso gratis per tutti

  • "Fase 2": movida e assembramenti, alcol vietato dalle 21 e locali chiusi a mezzanotte

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento