Tassa di stazionamento non pagata, arriva l'ingiunzione per 4 ditte

Sono stati numerosi gli autobus che, talvolta, sono stati “pizzicati” anche in luoghi defilati, talvolta anche isolati: in teoria al riparo dai controlli della polizia municipale

Sono salite a 4 le ditte, proprietarie di altrettanti autobus, che sono state raggiunte dall’ingiunzione di pagamento della tassa di stazionamento. Anche nell’ultimo – in ordine di tempo – caso, è stato accertato, dal dirigente del secondo settore di palazzo dei Giganti Cosimo Antonica, che la ditta non ha pagato la multa di 100 euro. Sanzione elevata perché il proprio autobus era stato sorpreso, in via Panoramica dei Templi, a circolare senza aver prima pagato la tassa di stazionamento. Allora venne, appunto, elevata la multa di 100 euro. E l’impresa aveva 30 giorni di tempo per pagare o per contestare con scritti difensivi o con la richiesta di essere ascoltati. Passaggi procedurali che non sarebbero stati fatti. Ecco, dunque, che così per come era accaduto, nelle scorse settimane, per altre tre ditte di autotrasporti, il dirigente del secondo settore di palazzo dei Giganti, Cosimo Antonica, ha firmato una ingiunzione di pagamento. Adesso, anche quest’altra ditta, dovrà pagare 113,60 euro e comunicare al Comune – al settore Attività produttive, Suap – l’avvenuto pagamento della sanzione. In caso contrario, il Municipio procederà con l’esecuzione forzata. Contro questa ingiunzione di pagamento sarà comunque possibile fare ricorso – presentando opposizione - al giudice di pace. Questa la procedura. Di fatto, palazzo dei Giganti – firmando le ingiunzioni di pagamento, che sono salite a 4 nel giro di pochissimi giorni, – sta aprendo un nuovo capitolo: non soltanto si sanzionano gli autobus turistici che non pagano la tassa di stazionamento, e sono tanti quelli che sono stati scoperti negli ultimi mesi, ma – trattandosi di multe non pagate – si procede anche con le ingiunzioni e, se dal caso, con l’esecuzione forzata.

Di fatto, secondo i dati delle multe in possesso del Municipio, un autobus turistico su tre non paga la tassa di stazionamento. Sono stati numerosi gli autobus che, talvolta, sono stati “pizzicati” anche in luoghi defilati, talvolta anche isolati: in teoria al riparo dai controlli della polizia municipale. Altre volte, invece, vengono controllati mentre sono tranquillamente in circolazione per le strade della città.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morta di malaria a 44 anni dopo una vacanza in Nigeria

  • Incidente sul lavoro: si ribalta il trattore e muore un 53enne

  • Dimentica gli occhiali che spariscono in un lampo: interviene la polizia

  • Il mondo di un agrigentino a Budapest, Gero Miccichè: "Io e la Disney, una grande emozione"

  • Notte di fuoco fra Palma e Licata: distrutte le auto di insegnante e agricoltore

  • Cliente preleva allo sportello e si accorge dell'incendio in banca: chiusa piazza per ore

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento