Incendio pulmino Akragas Calcio, non si esclude la pista del dolo

I carabinieri che indagano sulla vicenda non si spiegano come un corto circuito possa scatenarsi nella parte posteriore e non - come avviene nella maggior parte dei casi - nel vano motore, dove si trova l'alloggiamento del quadro elettrico

La parte anteriore del mezzo integra e il resto distrutto

I carabinieri vogliono vederci chiaro. L'incendio avvenuto lunedì pomeriggio nel quartiere di Villaggio Mosè (Agrigento) che ha distrutto il pulmino in uso all'Akragas Calcio, non convince gli investigatori. Il rogo, avvenuto nel parcheggio della foresteria della società, sembra essere partito dal lato posteriore del mezzo: una circostanza che potrebbe portare gli inquirenti ad allontanarsi dall'ipotesi del corto circuito.

Il pulmino, che è andato completamente distrutto, era di proprietà di un'altra società sportiva agrigentina, ma in uso quotidianamente all’Akragas Calcio per permettere ai giocatori ospiti della foresteria di recarsi al campo di gioco per allenamenti e partite. Gli accertamenti da parte dei vigili del fuoco del Comando provinciale di Agrigento sono ancora in corso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nonostante ciò, gli investigatori non si spiegano come un corto circuito possa scatenarsi nella parte posteriore e non - come avviene nella maggior parte dei casi - nel vano motore, dove si trova l'alloggiamento del quadro elettrico. Indagini serrate e a tutto spiano, quindi, da parte dei carabinieri della Stazione di Villaggio Mosè, che vogliono far luce sul caso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo tampone positivo, Agrigento dopo oltre 2 mesi non è più Covid free

  • Bonus vacanze, servirà una "identità digitale" ... e in tanti devono ancora richiederla

  • "No" assembramenti: stop a feste e sale da ballo, ipermercati chiusi le domeniche pomeriggio

  • Scoppia l'incendio a Giokolandia: le fiamme altissime distruggono le attrezzature del parco giochi

  • Lascia i migranti davanti la spiaggia e riprende il largo: bloccato "taxi del mare" e arrestato scafista

  • Nuovo focolaio da Coronavirus? Firetto sbotta: "Agrigento è Covid free da almeno 2 mesi"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento