Omicidio Francesco Vasile, carabinieri vicini ad una svolta

Le indagini, condotte dagli uomini della Compagnia di Agrigento, avrebbero permesso di inquadrare il contesto in cui sarebbe maturato lo scontro tra il 71enne e il suo assassino, poi sfociato nel terribile delitto

La vittima, Francesco Vasile

La pista c'è, è valida e potrebbe portare a breve ad una svolta. I carabinieri potrebbero - tra non poco - mettere le mani sull'autore (o autori, ancora da chiarire) del brutale omicidio di Francesco Vasileil 71enne trovato carbonizzato il 9 dicembre 2012 in contrada San Marco, ad Agrigento, nei pressi del museo archeologico.

Le indagini, condotte dagli uomini della Compagnia di Agrigento, diretti dal capitano Giuseppe Asti, avrebbero permesso di inquadrare il contesto in cui sarebbe maturato lo scontro tra il 71enne e il suo assassino, poi sfociato nel terribile delitto. "Abbiamo una valida pista – ha detto il comandante provinciale dei carabinieri di Agrigento, colonnello Riccardo Sciuto - che ha però bisogno di essere confortata da alcuni dati. Siamo intanto certi che il caso non ha a che fare con la criminalità organizzata. Ma al termine del raccoglimento delle fonti di prova, potremo testimoniare le responsabilità di chi ha commesso quel delitto". 

Francesco Vasile, conosciuto in città perché da molti anni trasportava bombole di gas a domicilio, è stato ritrovato da uno studente che si trovava a passare da quella contrada. Il cadavere carbonizzato era sotto un ponticello della vecchia ferrovia, nei pressi del museo archeologico "San Nicola" di Agrigento. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caso di meningite in un supermercato? Una "bufala" che sta terrorizzando

  • "Non so dove trovare i soldi presi ai clienti": 40enne minaccia il suicidio, salvato in extremis

  • Torna a casa e trova un ladro che sta rubando in camera da letto: arrestato un 42enne

  • "Cosa nostra" in Canada, il nuovo padrino è Leonardo Rizzuto

  • Mancata convalida dell'arresto di Carola Rackete, la Cassazione respinge il ricorso della Procura

  • "Proteggere i resti del tempio di Zeus alla base del porto", l'allarme corre sui social

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento