Finì su un tombino e rimase ferito, ora cita il Comune per il risarcimento

L'agrigentino chiede il rimborso di 5 mila euro. Il sindaco ha autorizzato la costituzione in giudizio e l'eventuale chiamata in causa di Girgenti Acque

(foto ARCHIVIO)

E’ finito, con la propria autovettura, – era l’inizio di novembre dello scorso anno – su un tombino la cui botola risultava sopraelevata a causa della pioggia caduta. A seguito dell’incidente, verificatosi in via Regione Siciliana, l’agrigentino riportò trauma cranico-facciale, cervicalgia e dorsalgia da contraccolpo oltre a danni alla parte inferiore del mezzo.

Adesso, l’uomo ha citato – davanti al giudice di pace – il Comune di Agrigento e chiede un risarcimento danni di 5 mila euro. L’ente ha però deciso di costituirsi in giudizio per chiedere il rigetto dell’istanza e l’eventuale contraddittorio con Girgenti Acque. Il sindaco Lillo Firetto ha autorizzato la costituzione in giudizio ed ha nominato, per la difesa e la rappresentanza dell'ente, l’avvocato Agata Vecchio. Lo stesso capo dell'amministrazione ha autorizzato l'eventuale chiamata in causa di Girgenti Acque. 

Potrebbe interessarti

  • Come proteggersi dalle zecche

  • Formiche in casa: rimedi naturali per eliminarle

  • Come eliminare la puzza di sigarette dai nostri ambienti domestici

  • Il bicarbonato di sodio e i suoi utilizzi in casa

I più letti della settimana

  • Colto da un malore mentre si fa il bagno, tragedia a Porto Empedocle: muore un uomo

  • Nuovo colpo a Cosa Nostra, scatta il blitz Assedio: 7 fermi, c'è anche un consigliere comunale

  • Blitz "Assedio", le intercettazioni: "Io ci sono nato mafioso … mi devo vergognare che sono mafioso?"

  • Blitz antimafia "Assedio", ecco i nominativi dei fermati

  • Il pm la scagiona, lei muore poco dopo: la città piange Maria Garufo

  • Ricconi alla Scala dei Turchi, super yacht con scivolo gonfiabile

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento