Due feriti gravi nello scontro sulla Palermo-Sciacca, Pace: "Stavamo andando alla Regione"

Il sindaco di Ribera: "Per l'emergenza case popolari di largo Martiri di via Fani, domani avevamo un incontro con il prefetto e prima dovevamo fare questo ennesimo passaggio all'assessorato alle Infrastrutture"

L'incidente sulla Palermo-Sciacca (foto Michele Girona)

Il segretario generale del Comune di Ribera, L. M., è stato già sottoposto ad un delicato intervento chirurgico per l'asportazione della milza. Dovrà però subire un altro intervento per la riduzione della frattura al femore. Pare, inoltre, che abbia riportato anche la frattura della spalla. L'ingegnere S. G. ha riportato fratture alle costole e ad una spalla e, in questo momento, viene sottoposto - per un sospetto trauma toracico - ad una Tac all'addome. Sono loro - funzionari del Municipio di Ribera - i feriti più gravi dell'incidente stradale che si è verificato, stamani, sulla Fondovalle Palermo-Sciacca. Feriti che sono giunti, in codice "rosso", all'ospedale "Civico" di Palermo.

Il sindaco di Ribera, Carmelo Pace, l'autista e il ragioniere capo R. G. sono rimasti feriti in maniera un po' più lieve. "Ho qualche problema al collo e ad una spalla, ma sto bene. Niente di grave, io sto bene - ha detto ad AgrigentoNotizie il sindaco di Ribera Carmelo Pace che è ancora all'ospedale "Civico" di Palermo - .

Scontro sulla Palermo-Sciacca, ferito anche il sindaco di Ribera 

Lo scontro a catena sulla Palermo-Sciacca si è verificato all’altezza del chilometro 39, in territorio di Monreale. Le auto coinvolte sono una Fiat Stilo, un’Audi A4 e una Fiat Qubo. A bordo di queste ultime due c'erano il sindaco e la delegazione dei funzionari del Comune di Ribera. Dovevano raggiungere l'assessorato regionale alle Infrastrutture, avevano un appuntamento per affrontare e trattare l'emergenza delle case popolari di largo Martiri di via Fani.  "Domani avevamo un incontro con il prefetto di Agrigento e prima di questo vertice dovevamo fare questo ennesimo passaggio in assessorato - ha spiegato, nonostante sia ancora provato, il sindaco di Ribera: Carmelo Pace - . Da anni ci sono 60 famiglie sgomberate e ci sono stati bloccati anche i conti, ecco perché con noi c'era anche il ragioniere capo". Gli alloggi popolari di largo Martiri di via Fani sono stati costruiti con cemento depotenziato. Dovranno essere abbattuti e ricostruiti. Le 60 famiglie sgomberate cinque anni addietro vivono in case in affitto pagate dal Municipio.     

L’incidente, la cui dinamica è ancora da chiarire, è avvenuto alle 9,50. Secondo una prima ricostruzione a causare lo scontro sarebbe stata una delle vettura che avrebbe invaso la carreggiata opposta. Nel luogo dove è avvenuto il violento impatto sono intervenute tre pattuglie dei carabinieri della stazione di Camporeale che hanno effettuato i rilievi sotto la pioggia. Sul posto anche i vigili del fuoco le ambulanze del 118 che hanno trasferito i feriti al pronto soccorso.

Il ferito della Fiat Stilo, che proveniva dall'opposto senso di marcia rispetto alle vetture del Comune di Ribera, è stato portato - in codice giallo - al pronto soccorso del Policlinico. 

Potrebbe interessarti

  • Come trasformare la propria abitazione in un B&B

  • Metodi low cost e home made per pulire i tappeti

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

  • La ricetta dei panini di San Calò

I più letti della settimana

  • Andrea Camilleri è morto, si spegne l'ultimo grande della letteratura: lutto cittadino nel giorno dei funerali

  • "Mi ha tradito con Scamarcio", l'empedoclina Clizia: "E' una gogna mediatica"

  • Un milanese a Lampedusa, Fabio Gallarati: "Ho lasciato tutto ed ho scelto l'isola"

  • "Una collega mi disse che ero stata puntata, così iniziò il mio incubo": donna accusa direttore di stalking

  • Forza posto di blocco, auto inseguita e fermata: è mistero sui motivi della fuga

  • I documenti obbligatori da tenere in auto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento