L'incidente a Maddalusa, è in coma farmacologico il 48enne travolto durante il Giro d'Italia

Gaetano Agozzino, il pensionato agrigentino settantenne, già arrestato e posto ai domiciliari ieri sera, ha reso dichiarazioni spontanee alla polizia Stradale

Il luogo dell'incidente stradale

Il motociclista - il quarantottenne, L. D. A., - travolto ieri, all'altezza dei bivi per contrada Maddalusa, è in coma farmacologico. Resta ricoverato all'ospedale "Sant'Elia" di Caltanissetta dove i medici non hanno ancora sciolto - né potrebbe essere altrimenti, visto che è ancora molto presto, - la prognosi. Il quarantottenne di Sambuca di Sicilia, ieri, subito dopo il drammatico incidente stradale, una volta giunto all'ospedale di Caltanissetta, è stato sottoposto a due delicatissimi, e in urgenza, interventi.

Operazioni, entrambe, realizzate dai medici di Neurochirugia per cercare di tamponare e bloccare la vasta emorragia cerebrale. Il quarantottenne ha riportato anche la frattura di 12 costole. 

Travolge commissario di gara, in fin di vita 48enne 

Gaetano Agozzino, il settantenne di Agrigento che era alla guida della Fiat Stilo che ha forzato il varco sulla statale 640, ha reso dichiarazioni spontanee alla polizia Stradale che è coordinata dal vice questore aggiunto Andrea Morreale. Il pensionato è stato arrestato, nella serata di ieri, e posto ai domiciliari. Le ipotesi di reato contestate sono lesioni colpose gravissime e resistenza a pubblico ufficiale. L'anziano - stando a quanto è stato ricostruito dalla Polstrada - ha confermato l'accaduto. L'anziano è apparso alla polizia Stradale, nonostante il trascorrere delle ore, fortemente scosso e dispiaciutissimo per l'incidente. Pare che si sia arrabbiato per quel varco chiuso sulla statale 640 e, nonostante i tentativi di bloccarlo da parte degli operai dell'Anas, abbia accelerato piombando sulla statale nell'esatto momento in cui sopraggiungeva il motociclista quarantottenne di Sambuca di Sicilia. 

"Forza la chiusura della statale e travolge motociclista", arrestato 70enne

La Procura della Repubblica di Agrigento, con il sostituto Paola Vetro e l'aggiunto Salvatore Vella, hanno - immediatamente dopo l'incidente stradale - aperto un fascicolo d'inchiesta. Prima in contrada Maddalusa e poi in Procura sono stati sentiti gli operatori dell'Anas: gli stessi che avevano provato a bloccare l'anziano agrigentino. Addetti Anas che hanno anche fornito delle foto dei luoghi: sia prima dell'incidente che poco dopo. 

La Procura ha aperto un fascicolo d'inchiesta 

Attualmente, la polizia Stradale - delegata dalla Procura della Repubblica - sta sentendo oltre ai familiari del ferito anche alcuni amici. Audizioni necessarie per cercare di capire - perché non è chiaro - a che titolo il quarantottenne di Sambuca di Sicilia fosse, in sella alla motocicletta Bmw Gls, sul percorso della quinta tappa del Giro d'Italia. Non dovrebbe essere un abusivo - è stato evidenziato dagli investigatori - . Ma non era nemmeno un commissario di gara, né un coadiutore dell’Anas. La polizia Stradale è, inoltre, certa che il quarantottenne di Sambuca era nell'area di piazza Vittorio Emanuele: quella porzione di territorio dedicato alla partenza della carovana rosa che era squisitamente riservata agli "addetti ai lavori". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IL VIDEO. Travolto prima del Giro d'Italia, il momento dei soccorsi 

Sembra scontato che l'udienza di convalida dell'arresto di Gaetano Agozzino si terrà nella giornata di domani. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nave "madre" abbandona barca a pochi metri dall'arenile: è maxi sbarco a Palma

  • Paga una piega ai capelli 150 euro, la parrucchiera: "Non ha voluto resto, mi sono commossa"

  • Amazon a braccia aperte, l'agrigentina Valeria Castronovo: "Ho cambiato vita a 32 anni"

  • "Pretendeva tangente da 15 mila euro per garantire la regolarità dei lavori": arrestato funzionario del Genio civile

  • Muore al "San Giovanni di Dio", espianto degli organi su una 29enne

  • Trovano un portafogli e lo portano alla polizia municipale: hanno appena 13 anni i piccoli già grandi

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento