L'incidente sul percorso del Giro d'Italia, la Procura ha aperto un'inchiesta

Il commissario di gara, 48 anni di Sambuca di Sicilia, è in prognosi riservata: i medici della Neurochirurgia dell'ospedale "Sant'Elia" di Caltanissetta lo stanno operando. Ha riportato anche la frattura di 12 costole

Il sostituto procuratore Paola Vetro e l'aggiunto Salvatore Vella

Il commissario di gara, il quarantottenne L. D. A. di Sambuca di Sicilia, rimasto gravemente ferito in seguito all'incidente stradale verificatosi all'altezza dei bivi per contrada Maddalusa, è entrato adesso in sala operatoria. Verrà sottoposto ad un intervento di neurochirurgia per cercare di tamponare e fermare la violenta emorragia cerebrale che ha riportato. 

L'uomo ha anche 12 costole rotte, ma naturalmente quello che sembra preoccupare più i medici dell'ospedale "Sant'Elia" di Caltanissetta è proprio l'emorragia cerebrale. La prognosi sulla vita è riservata. 

Forza la chiusura della statale e travolge un commissario di gara: il 48enne è in fin di vita 

Il sostituto procuratore Paola Vetro, che è il Pm oggi di turno, e l'aggiunto Salvatore Vella sono stati già all'altezza dei bivii per contrada Maddalusa, lungo la statale che collega Agrigento con Porto Empedocle. Sono stati sentiti alcuni impiegati dell'Anas - perché proprio l'Anas si era premurata di sbarrare, su indicazione della polizia Stradale, tutti i possibili accessi alla statale che è stata attraversata dal Giro d'Italia.  

IL VIDEO. Giro d'Italia, travolto un commissario di gara: scattano i soccorsi 

Ore 17. E' in corso alla Procura di Agrigento, alla sezione di polizia giudiziaria dei carabinieri, l'audizione dei due dipendenti Anas che vigilavano sul varco violato dall'autista - un settantenne agrigentino - della Fiat Stilo. Grande collaborazione dell'Anas che ha subito messo a disposizione dei pubblici ministeri Paola Vetro e Salvatore Vella, che è anche il procuratore aggiunto di Agrigento, le foto dei luoghi, sia quelle poco prima che quelle immediatamente dopo l'incidente.

Pare che il settantenne agrigentino, alla guida della Fiat Stilo, fosse stato bloccato dagli operai dell'Anas. I dipendenti avrebbero, inizialmente, cercato di spiegare l'impossibilità a percorrere la statale. Ne sarebbe nato anche un alterco perché, a quanto pare, l'automobilista avrebbe continuato ad insistere. Poi - stando alle ricostruzioni fatte dalla polizia Stradale e dalla Procura della Repubblica di Agrigento - il settantenne sarebbe salito in macchina e accelerando si sarebbe fiondato sulla statale dove sopraggiungeva con una motocicletta il commissario di gara. La posizione dell'automobilista, almeno in questa prima fase, è ancora al vaglio degli inquirenti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Si affaccia al balcone e si masturba: 45enne allontanato per un anno

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento