Ravanusa dice "addio" a Ylenia e Salvatore: è il giorno dei funerali, sarà lutto cittadino

Le esequie della coppia di fidanzati verranno celebrate in chiesa Madre: l'unica capace di accogliere i tanti giovani che si stringeranno accanto al dolore dei familiari

Ylenia Giurdanella e Salvatore Calafato

Si terranno questo pomeriggio, a partire dalle 16, in chiesa Madre a Ravanusa i funerali di Ylenia Giurdanella, 19 anni, e Salvatore Calafato di 23 anni, i due fidanzati morti nell'incidente stradale che si è verificato mercoledì scorso sulla statale che collega Campobello con Ravanusa.

Incidente fra auto lungo la statale di Campobello: muore una coppia di giovani

A sbattere, per cause che ancor oggi non sono chiare, sono state una Ford Fiesta - sulla quale viaggiavano i due ragazzi - e una Fiat Panda, condotta da una casalinga 41enne di Campobello di Licata. I fidanzati, a causa dell'impatto, sono morti sul colpo. 

Ylenia e Salvatore non ci sono più, il sindaco D'Angelo: "Ragazzi speciali, sarà lutto cittadino"

Oggi a Ravanusa è giorno di lutto cittadino. Il sindaco della città, Carmelo D'Angelo, fin da subito ha dichiarato: “Erano due ragazzi molto conosciuti nella nostra città. Mi piange il cuore, perché è stata una vera tragedia”.

Potrebbe interessarti

  • Come proteggersi dalle zecche

  • Formiche in casa: rimedi naturali per eliminarle

  • Come eliminare la puzza di sigarette dai nostri ambienti domestici

  • Il bicarbonato di sodio e i suoi utilizzi in casa

I più letti della settimana

  • Nuovo colpo a Cosa Nostra, scatta il blitz Assedio: 7 fermi, c'è anche un consigliere comunale

  • L'esplosione del mercato di Gela, c'è una vittima: si aggrava la posizione del commerciante di Grotte

  • Camilleri lotta fra la vita e la morte, Racalmuto lo ha già dimenticato

  • Bimbo di 12 anni rischia di annegare, tre bagnini lo portano in salvo

  • Camilleri resta in Rianimazione, il retroscena: 20 giorni fa si era rotto il femore cadendo in casa

  • Uccise il giudice Livatino, Pace torna a Palma con un permesso speciale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento