L'incidente del "Giro d'Italia", si aggrava la posizione dell'anziano automobilista

Al posto delle "lesioni personali colpose", al settantenne agrigentino gli inquirenti contesteranno l'omicidio stradale 

Il procuratore aggiunto Salvatore Vella e il Pm Paola Vetro sul posto dell'incidente

Si aggrava la posizione dell'automobilista settantenne Gaetano Agozzino, arrestato e posto ai domiciliari poche ore dopo l'incidente stradale di Maddalusa. Nelle prossime ore, il procuratore aggiunto Salvatore Vella e il pubblico ministero Paola Vetro - che coordinano le indagini fin dai momenti immediatamente successivi al sinistro stradale - modificheranno il titolo di reato per il quale Agozzino è stato iscritto nel registro degli indagati. 

L'incidente del Giro d'Italia, dopo un mese di agonia è morto il motociclista 48enne

L'anziano era stato arrestato e posto ai domiciliari, dalla polizia Stradale di Agrigento che è coordinata dal vice questore aggiunto Andrea Morreale, per le ipotesi di reato di resistenza a pubblico ufficiale. Contestate, con l'iscrizione nel fascicolo, anche le lesioni personali colpose. Adesso appare scontato che al posto delle "lesioni personali colpose" gli inquirenti cambieranno il capo d'imputazione in omicidio stradale. 

Il settantenne rende dichiarazioni spontanee 

L'anziano, rilasciando delle dichiarazioni spontanee, ha ammesso le sue responsabilità ed ha nominato quale suo difensore di fiducia l'avvocato Salvatore Maurizio Buggea che, nei giorni scorsi, ha chiesto la revoca dei domiciliari. 

La difesa al Riesame: "Scarceratelo"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va a dare da mangiare agli animali e raccogliere verdura: non torna più a casa, 53enne ritrovato morto

  • Temporali, vento e grandine: strade chiuse, crolli, alberi caduti ... ma Licata è in ginocchio

  • La mareggiata fa danni, annientato e distrutto uno dei principali chioschi delle Dune

  • Transenna della Ztl sull'auto comprata 2 giorni prima: 40enne su tutte le furie

  • Non si ferma all'Alt e fugge lungo la 115, bloccato 17enne: multe per 10 mila euro

  • "Disastro ambientale in via miniera Ciavolotta", imprenditori di mezza provincia l'avevano trasformata in discarica: 44 indagati

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento