Rivolo di liquami per strada, donna cade e resta ferita: chiesti 152 mila euro

Il Municipio ha deciso di costituirsi in giudizio perché - stando a quanto emerge dalla determinazione sindacale - occorre chiamare in causa la Girgenti Acque che è la custode della rete fognaria e all'impresa spetta la manutenzione

Una veduta della via Gioeni

Non c'era - non in questo episodio - un marciapiede dissestato o una buca non segnalata in mezzo alla strada. E in giro non c'erano nemmeno - come è emerso in casi precedenti - branchi di cani randagi pronti ad inseguire uno sfortunato motociclista. C'era invece, al margine della strada, in via Gioeni, un rivolo di liquami. Un "rivolo" che ha determinato - a dire dell'agrigentina - la sua caduta sul selciato mentre si accingeva ad attraversare la strada. 

E cadendo sull'asfalto, la donna è rimasta ferita. Si è fratturata l'anca destra. Accadeva tutto il 12 maggio dello scorso anno. Adesso, l'agrigentina ha citato il Comune di Agrigento davanti al tribunale. Chiede un risarcimento danni di 152.205,36 euro.

L'udienza si terrà il 20 aprile. Il Municipio ha deciso di costituirsi in giudizio perché - stando a quanto emerge dalla determinazione sindacale - occorre chiamare in causa la Girgenti Acque che è la custode della rete fognaria e all'impresa spetta la manutenzione. Il sindaco Lillo Firetto ha pertanto già autorizzato la costituzione in giudizio dell'ente e la chiamata in causa della Girgenti Acque ed ha conferito l'incarico di difesa e rappresentanza dell'ente al funzionario specialista di palazzo dei Giganti: Agata Vecchio.  


 

Potrebbe interessarti

  • Il peperoncino: pro e contro

  • Come trasformare la propria abitazione in un B&B

  • Metodi low cost e home made per pulire i tappeti

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

I più letti della settimana

  • "Massacrata a pedate dallo zio", ragazza in gravi condizioni: arrestato 46enne

  • Andrea Camilleri è morto, si spegne l'ultimo grande della letteratura: lutto cittadino nel giorno dei funerali

  • "Un fucile a canne mozze in camera da letto", arrestato un insospettabile 25enne

  • "Mi ha tradito con Scamarcio", l'empedoclina Clizia: "E' una gogna mediatica"

  • Un milanese a Lampedusa, Fabio Gallarati: "Ho lasciato tutto ed ho scelto l'isola"

  • Le dichiarazioni del pentito Quaranta: "Ecco il consiglio provinciale di Cosa Nostra"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento