L'inchiesta sul sindaco di Palma, ritenuta "ideologicamente falsa" una sua comunicazione

Stefano Castellino aveva fatto sapere in Procura "che un immobile abusivo in contrada Torre di Gaffe non poteva essere demolito per ragioni legate alla 'tutela della salute pubblica e della pubblica incolumità'"

Il sindaco di Palma di Montechiaro, Stefano Castellino

"Ha, in tempi diversi e in esecuzione del medesimo disegno criminoso, nella sua qualità di sindaco di Palma di Montechiaro, indebitamente omesso di procedere alle demolizioni degli immobili abusivi, edificati in zona di inedificabilità assoluta, attestati con sentenza passata in giudicato, che per ragioni di giustizia dovevano essere demoliti senza ritardo". E' questa una delle accuse formalizzate dalla Procura di Agrigento, che è coordinata dal procuratore capo Luigi Patronaggio, a carico del sindaco di Palma di Montechiaro, Stefano Castellino.

Indagato il sindaco di Palma di Montechiaro 

Sindaco che è stato iscritto nel registro degli indagati per le ipotesi di reato di falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici, rifiuto di atti d'ufficio e abuso d'ufficio. Ieri mattina, al Municipio, sono arrivati i carabinieri. Gli hanno notificato un avviso a comparire in Procura - l'interrogatorio si terrà giorno 18 - e hanno sequestrato diversi incartamenti.

Ha revocato il protocollo d'intesa con la Procura 

Nonostante i diversi "solleciti" ricevuti dalla Procura, dunque, Castellino non ha proseguito le demolizioni. E non avrebbe neanche risposto - secondo una delle accuse mosse dalla magistratura - "alla nota del 21 agosto della Procura che chiedeva di conoscere le determinazioni dell'amministrazione su 'ogni singolo immobile indicato negli elenchi già trasmessi di immobili abusivi realizzati in zona di inedificabilità assoluta'". La Procura ha ritenuto "ideologicamente falsa" una comunicazione inviata dal sindaco, con la quale comunicava che un immobile abusivo in contrada Torre di Gaffe non poteva essere demolito per ragioni legate alla "tutela della salute pubblica e della pubblica incolumità".

La Procura: "Ostacola le demolizioni per ingiusti vantaggi elettorali"

"Atto ideologicamente falso - scrive la Procura - come emerge dal sopralluogo effettuato dai carabinieri della sezione Pg della Procura in data 25 luglio e riferito in relazione di servizio del primo settembre". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • Trovato morto in casa e con strani segni sul corpo, è mistero sulla morte di un 69enne: Procura dispone autopsia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • Scoppia la lite fra due teenager: una ferita, l'altra denunciata

  • "Favori e assunzioni in cambio di informazioni riservate": indagati tre marescialli e due imprenditori

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento