L'inchiesta sulla "cresta" dei biglietti del bus, la difesa: "Accuse sganciate da realtà"

Gli avvocati Leonardo Marino e Alessandro Rampello annunciano: "Produrremo prove dell'infondatezza delle accuse"

Uno degli autobus della Tua

Sull'inchiesta che ipotizza la "cresta" nella vendita dei biglietti del bus intervengono gli avvocati Leonardo Marino e Alessandro Rampello che difendono la metà degli indagati e spiegano: "Sulla vicenda degli autisti Tua va chiarito che nel procedimento penale frutto della denuncia dell’azienda, la difesa utilizzerà i termini portando alla Procura della Repubblica una versione dei fatti diversa rispetto a quanto esposto nella denuncia dal parte della società. Infatti, nei numerosi giudizi proposti davanti al giudice del lavoro del Tribunale di Agrigento, che vanno avanti da quasi due anni, è stato accertato che tutti i licenziamenti della Tua si basano su fatti del tutto privi di prova, in quanto la relazione investigativa commissionata dalla Tua ad un proprio incaricato - che avrebbe riguardato un solo giorno lavorativo per ogni dipendente - è priva di ogni valore e consistenza sul piano probatorio non dimostrando nulla di quanto sostenuto dalla società".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I legali ricordano, inoltre, che “tutti i licenziamenti della Tua sono stati annullati dal Tribunale con apposite ordinanze mentre i lavoratori ingiustamente licenziati, sono stati reintegrati dal giudice. La Tua, però, ha di fatto impedito ai lavoratori, nonostante le loro ripetute richieste, di tornare concretamente a lavoro, preferendo pagare stipendi e contributi ai lavoratori ma imponendogli di restare a casa". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbaglia auto e forza la portiera: scoppia il caos nel parcheggio del supermercato

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

  • Incidente a Broni: scontro frontale fra due auto, muore 29enne di Ravanusa

  • Tornano a casa e la trovano occupata: scoppia il caos a Villaseta

  • S'è aperto il "fronte" tunisino: aumentano gli sbarchi e ci sono tanti "indesiderati"

  • Lampedusa brucia: incendiati i "cimiteri" dei barconi dei migranti, aperta un'inchiesta

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento