"Way finding Agrigento", nuovi percorsi pedonali nel centro storico

Il progetto, nato grazie al Lions Club Agrigento Host, sarà presentato mercoledì 7 giugno, alle 18.30, nell’ex Collegio dei Filippini

Il centro storico di Agrigento

Un nuovo sistema di percorsi pedonali nel centro storico di Agrigento. Si chiamerà "Way finding Agrigento" e sarà inaugurato mercoledì 7 giugno, alle 18.30, nell’ex Collegio dei Filippini. Il percorso è donato dal Lions Club Agrigento Host alla Città di Agrigento in occasione della celebrazione del primo centenario di Lions Clubs International, l’associazione di servizio fondata il 7 giugno 1917 da Melvin Jones.

Il programma prevede un’introduzione di Giantony Ilardo, presidente del Lions Club Agrigento Host, ed il saluto dei rappresentanti degli enti partecipanti: Calogero Firetto, sindaco di Agrigento e presidente del Distretto turistico Valle dei Templi; Gabriella Costantino, soprintendente beni culturali e ambientali di Agrigento; Lucio Melazzo, presidente del Polo territoriale universitario della provincia di Agrigento; Giuseppe Parello, direttore del Parco archeologico e paesaggistico della Valle dei Templi; don Giuseppe Pontillo, direttore dell’Ufficio beni culturali ecclesiastici, arte sacra ed edilizia di culto dell’Arcidiocesi di Agrigento.

Il progetto sarà presentato da Valeria Scavone, docente del Dipartimento di Architettura dell’Università di Palermo, coordinatrice scientifica, e dagli architetti Simona Augello, Sara Gueli e Javier Reyes B., co-progettisti. Concluderà i lavori Beniamino Biondi, assessore al centro storico del Comune di Agrigento.

Al termine si procederà alla cerimonia di inaugurazione, in piazza Sinatra, dove sarà simbolicamente scoperto uno degli elementi del sistema.

“La realizzazione del progetto, in un’ottica di pianificazione strategica condivisa – dichiara in una nota il presidente Ilardo – ha visto l’apporto delle citate istituzioni del territorio. La sinergia creatasi tra i vari enti ha consentito al progetto proposto dai Lions di essere approvato e concretamente realizzato con grande tempestività, a dimostrazione del fatto che la convergenza tra istituzioni e società civile su progetti e strategie di sviluppo costituisce una fondamentale risorsa per ogni città moderna. Way Finding Agrigento porta la città della Valle dei Templi all’avanguardia nel panorama nazionale ed internazionale".

“In concreto – continua il rappresentante del Lions Club Agrigento Host – si tratta di una guida che consentirà ai cittadini e ai turisti di scegliere percorsi pedonali che li conducano a conoscere, visitare e apprezzare il tessuto storico con i suoi monumenti, chiese, musei, punti di interesse e scorci panoramici. Il sistema è basato su una serie di livelli differenti di elementi, sia in formato fisico che digitale. Gli elementi fisici consistono in pannelli (dotati di mappatura dei percorsi e dei siti, didascalie e indicazioni segnaletiche) posti, innanzitutto, nei tre principali punti di arrivo della città (la stazione centrale dei treni, quella dei pullman in piazzale Rosselli ed il parcheggio multiplano in piazza Sinatra). Coloro che arriveranno in città si troveranno dei pannelli che indicheranno loro i percorsi pedonali tra i quali scegliere, sulla base dei propri interessi e del tempo a disposizione. Effettuata la scelta i visitatori non dovranno fare altro che seguire le indicazioni grafiche contenute nei pannelli e seguire, così, il percorso, lungo il quale si troveranno via via ulteriori pannelli che forniranno loro indicazioni direzionali nonché didascalie dei siti e punti di interesse visitabili. L’elemento digitale consiste nell’uso di codici QR, collegati ad una banca dati che fornirà non solo notizie storiche, architettoniche, culturali e paesaggistiche sui siti posti lungo il percorso, ma aggiornerà, in più, il visitatore sugli eventi che in quel periodo sono in programma o in corso in quei siti".

Diversi i percorsi previsti: “Vicoli e cultura”, della durata stimata (compresi i tempi per le visite ai principali siti) di quattro ore, uno più breve e facile, chiamato “Girgenti in un’ora”, su tali percorsi saranno evidenziati, inoltre, i siti citati negli scritti di Luigi Pirandello, a formare un terzo percorso che si innesta sui primi due, dal nome “I luoghi di Pirandello”, nonché i siti che costituiscono il noto percorso “Arte e fede”; e non mancheranno, per i più curiosi, dei percorsi integrativi che consentiranno di visitare ulteriori tratti di particolare interesse, come il Rabato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va a dare da mangiare agli animali e raccogliere verdura: non torna più a casa, 53enne ritrovato morto

  • Transenna della Ztl sull'auto comprata 2 giorni prima: 40enne su tutte le furie

  • Incidente sulla statale Agrigento-Raffadali: due feriti in ospedale

  • "Il direttore mi convocava e mi chiedeva se mio marito era sessualmente all'altezza", racconto choc in aula

  • "Disastro ambientale in via miniera Ciavolotta", imprenditori di mezza provincia l'avevano trasformata in discarica: 44 indagati

  • "Testate all'ex fidanzata per farla abortire", ventunenne rinviato a giudizio

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento