Impianti sportivi affidati ai privati, Di Rosa presenta esposto in procura

Denuncia inviata anche al presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione, Raffaele Cantone, ed alla Corte dei conti

Giuseppe Di Rosa

Il coordinatore provinciale del movimento Noi con Salvini, Giuseppe Di Rosa, ha presentato un esposto al presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione, Raffaele Cantone, alla procura della Repubblica di Agrigento e alla Corte dei conti in merito all'affidamento degli impianti sportivi ai privati.

“Considerato che l’amministrazione comunale di Agrigento, - scrive Di Rosa - con apposito bando pubblico, ha affidato in gestione ad alcune ditte, tutti gli impianti sportivi comunali, si ritiene, in totale spregio sia al regolamento vigente, che delle altre leggi che disciplinano la materia. La stragrande totalità degli impianti sportivi in questione è stata aggiudicata con la partecipazione di una sola ditta e con uno strano aumento del cento per cento della base d’asta, stabilita in evidente difformità e proporzionalità del valore venale  degli stessi impianti”.

“In alcuni di questi impianti, - prosegue Di Rosa nella denuncia - come la piscina comunale, i campi polivalenti costituenti il ‘Parco del Mediterraneo, ubicati a Villaseta e la Villa del Sole, ubicata a sud del Viale della Vittoria ed in altri ancora disseminati nel territorio comunale, sono stati eseguiti lavori di manutenzione straordinaria, si dice, in assoluta mancanza delle dovute e prescritte autorizzazioni".

“Nonostante le citate strutture sportive siano state consegnate, ormai da molto tempo, alle ditte o associazioni affidatarie, - aggiunge il coordinatore di Noi con Salvini - le utenze, già in essere, per la fornitura della energia elettrica e idrica, continuano a gravare sulle asfittiche casse comunali e quindi della collettività, inoltre, in alcuni casi, anche il servizio di guardiania e custodia di alcuni impianti sportivi (già peraltro affidati), continua ad essere garantito dal personale in forza al Comune di Agrigento”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • "Occupazione abusiva di suolo pubblico", guai per una pizzeria della città

  • "Tangenti per chiudere un occhio sulla contabilità", fra gli arrestati c'è un imprenditore favarese

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento