"Immigrazione clandestina", assolto un 64enne menfitano

I pubblici ministeri Geri Ferrara e Claudia Ferrari avevano chiesto sei anni di reclusione

foto archivio

“Immigrazione clandestina”, assolto Pietro Bono. I pubblici ministeri Geri Ferrara e Claudia Ferrari avevano chiesto sei anni di reclusione con la riduzione per il rito abbreviato per il 64enne di Menfi. L’uomo era accusato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina nell’ambito dell’operazione “Skorpion fish”.

Ad assolvere Pietro Bono è stato il giudice Antonella Tesoriere. Secondo quanto fa sapere l’edizione giornaliera del Giornale di Sicilia, l’uomo è difeso dall’avvocato Accursio Gagliano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Braccati dai carabinieri dopo la rapina alla banca Sant'Angelo: fermati 2 palermitani e un sabettese

  • Rapinata la banca Sant'Angelo: in due portano via 50 mila euro

  • Il colpo in banca da oltre 50mila euro, la banda dal gip: uno dei banditi aveva distintivo dei carabinieri

  • Vede l'auto in fiamme, si precipita in strada e viene accoltellato: un arresto

  • "Intascava i soldi delle carte di identità elettroniche", arrestato impiegato comunale

  • Grande Fratello vip, l'empedoclina Clizia Incorvaia al centro del gossip

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento