"Immigrazione clandestina", assolto un 64enne menfitano

I pubblici ministeri Geri Ferrara e Claudia Ferrari avevano chiesto sei anni di reclusione

foto archivio

“Immigrazione clandestina”, assolto Pietro Bono. I pubblici ministeri Geri Ferrara e Claudia Ferrari avevano chiesto sei anni di reclusione con la riduzione per il rito abbreviato per il 64enne di Menfi. L’uomo era accusato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina nell’ambito dell’operazione “Skorpion fish”.

Ad assolvere Pietro Bono è stato il giudice Antonella Tesoriere. Secondo quanto fa sapere l’edizione giornaliera del Giornale di Sicilia, l’uomo è difeso dall’avvocato Accursio Gagliano.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Statale 189, l'auto finisce fuori strada e si ribalta: muore un ventiquattrenne

  • Perde il controllo dell'auto mentre torna a casa: muore 23enne dopo un incidente

  • Si taglia una gamba e muore dissanguato: tragedia a Palma di Montechiaro

  • Tragedia a San Leone: muore un turista svizzero di 35 anni

  • Incidente alla rotatoria Giunone: è morto un trentacinquenne

  • L'incidente che ha ucciso Angelo, Racalmuto è sotto choc: annullati tutti gli eventi del week end

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento