Il tentato omicidio di Sciacca, arriva la sentenza della Cassazione

E' diventata definitiva la pena di 4 anni e 2 mesi di reclusione a carico di Salvatore Pagano, 40 anni, di Lucca Sicula che colpì, nell'agosto del 2011, un giovane con una mazza da baseball

Il tribunale di Sciacca

La Cassazione ha confermato la condanna, per tentato di omicidio, a carico di Salvatore Pagano, 40 anni, di Lucca Sicula. L'uomo, venuto a conoscenza della sentenza, si è presentato subito al carcere, accompagnato da uno dei suoi legali, l'avvocato Giovanni Vaccaro.

E' diventata definitiva la pena di 4 anni e 2 mesi di reclusione che era stata decisa dal giudice del tribunale di Sciacca, Cinzia Alcamo, e che era stata confermata, lo scorso anno, dalla terza sezione della Corte di Appello di Palermo. Pagano, tra carcere e domiciliari, ha già scontato parte della pena e per il residuo, di circa 3 anni, la difesa ha presentato un'istanza per la liberazione anticipata. 

Pagano era accusato di avere colpito, il 2 agosto del 2011, un giovane, con una mazza da baseball. Il fatto è avvenuto poco distante da un ristorante, nella località balneare di San Giorgio, fra Sciacca e Ribera. Il giovane è stato ricoverato prima in prognosi riservata. Poi si è, fortunatamente, ripreso. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Si affaccia al balcone e si masturba: 45enne allontanato per un anno

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento