Il centro storico cade a pezzi, don Pontillo: "San Gerlando ci aiuti"

L'ultimo crollo, in ordine di tempo, si è registrato in via Madonna della neve: in una appendice del palazzo Schifano che rientra nel progetto "Terravecchia"

Il crollo in via Madonna della neve

Transenne in via Madonna delle neve, in via Santa Maria dei Greci ed in via Saponara. Ma anche in via De Castro, in via San Vincenzo ed in salita Sant'Antonio. E poi, di nuovo, in via San Girolamo ed ultimatum - recentissimi - lanciati per uno stabile di via Zuppardo. Il centro storico di Agrigento cade a pezzi. Lentamente, e senza neanche più destare grandi scalpori, si sta sbriciolando. Don Giuseppe Pontillo, il responsabile dei Beni culturali della Diocesi nonché parroco della cattedrale di San Gerlando, affida il "cuore vecchio" di Agrigento a San Gerlando. E lo fa pochi giorni prima del prossimo 25 febbraio, della festa al patrono della città.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Si affaccia al balcone e si masturba: 45enne allontanato per un anno

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento