Il centro storico cade a pezzi, don Pontillo: "San Gerlando ci aiuti"

L'ultimo crollo, in ordine di tempo, si è registrato in via Madonna della neve: in una appendice del palazzo Schifano che rientra nel progetto "Terravecchia"

Il crollo in via Madonna della neve

Transenne in via Madonna delle neve, in via Santa Maria dei Greci ed in via Saponara. Ma anche in via De Castro, in via San Vincenzo ed in salita Sant'Antonio. E poi, di nuovo, in via San Girolamo ed ultimatum - recentissimi - lanciati per uno stabile di via Zuppardo. Il centro storico di Agrigento cade a pezzi. Lentamente, e senza neanche più destare grandi scalpori, si sta sbriciolando. Don Giuseppe Pontillo, il responsabile dei Beni culturali della Diocesi nonché parroco della cattedrale di San Gerlando, affida il "cuore vecchio" di Agrigento a San Gerlando. E lo fa pochi giorni prima del prossimo 25 febbraio, della festa al patrono della città.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non usciva da casa da anni: tampone Covid-19 positivo per una 92enne, altri tre casi anche a Sciacca

  • Neonato con la febbre a 40 e sospetti sintomi di Covid-19, attesa per il tampone

  • La curva epidemiologica continua a salire: c'è un caso in più di Coronavirus a Favara, confermato l'esito test a 92enne

  • Esce di casa per fare la spesa anziché restare in isolamento: denunciata 48enne rientrata dal Nord

  • Anziano muore in casa propria, aveva febbre alta e tosse: sospetto Covid-19? Avviate le verifiche

  • L'epidemia si allarga: nel giro di poche ore secondo caso di Coronavirus a Canicattì

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento