Guasto ad impianto di sollevamento, disservizi idrici e disagi a Porto Empedocle

Ridotta la fornitura anche ad Aragona, operai della Girgenti Acque già al lavoro per eliminare il problema

Disagi in vista per gli abitanti di Porto Empedocle, per quelli serviti dal serbatoio Pero e nella zona portuale. Girgenti Acque ha riscontrato un guasto all’impianto di sollevamento della Diga Castello che ha causato una diminuzione di portata in arrivo al partitore idrico di Aragona. "Consequenzialmente, è stata ridotta la fornitura idrica nei Comuni di Porto Empedocle e Aragona - spiega la società - . Pertanto, la distribuzione idrica nel Comune di Porto Empedocle, nelle zone servite dal serbatoio Pero e nella zona portuale, potrà subire delle limitazioni e slittamenti". Dalla società assicurano che gli operai stanno facendo quanto necessario per eliminare l’inconveniente. "Eseguiti gli interventi di riparazione, la fornitura tornerà regolare e si normalizzerà - concludono da Girgenti Acque - nel rispetto dei necessari tempi tecnici".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scoppia l'incendio a Giokolandia: le fiamme altissime distruggono le attrezzature del parco giochi

  • Scoppia l'incendio mentre il camion è sul viadotto, motrice invasa dalle fiamme

  • "Minacce di morte e calci nella pancia alla fidanzata incinta", la donna lo perdona e ritira la querela

  • Tenta di bloccare tunisino in fuga da Villa Sikania e viene aggredito: poliziotto finisce in ospedale

  • Si erano perse le tracce da una settimana, la favarese Vanessa Licata è stata ritrovata

  • Lunghe attese al pronto soccorso? Scoppia il tafferuglio, 4 feriti: pure 2 infermieri

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento