Grotte, picchia e umilia ex moglie: dopo il patteggiamento nuova persecuzione

Il gip impone il "divieto di avvicinamento" a un trentaquattrenne accusato di stalking

Torna in paese dopo il patteggiamento, che ha fatto decadere la misura cautelare del divieto di dimora a Grotte, e riprende a perseguitare l’ex moglie con insulti e minacce sotto casa e persino prendendo a pietrare il balcone della donna. Per G.R., 33 anni, di recente condannato per maltrattamenti, lesioni aggravate e violazione di domicilio ai danni dell'ex moglie, è scattato un nuovo provvedimento che gli vieta di avvicinarsi ai luoghi frequentati dall’ex moglie e dal suo nuovo compagno.

Questa mattina il suo difensore, l’avvocato Gianfranco Pilato, ha chiesto al tribunale del riesame di annullare il provvedimento ritenendo che si tratti di “episodi occasionali e di poco conto”.

La Procura, invece, lo accusa di avere perseguitato dal 26 ottobre al 5 novembre l’ex moglie che, in passato, sarebbe stata costretta a subire ripetute offese, percosse e umiliazioni anche in presenza del figlio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dimentica gli occhiali che spariscono in un lampo: interviene la polizia

  • Notte di fuoco fra Palma e Licata: distrutte le auto di insegnante e agricoltore

  • Il mondo di un agrigentino a Budapest, Gero Miccichè: "Io e la Disney, una grande emozione"

  • Cliente preleva allo sportello e si accorge dell'incendio in banca: chiusa piazza per ore

  • Mette in vendita i mobili e le rubano 1.050 euro dal bancomat: ecco la nuova truffa

  • Sorpresa in un'osteria di Realmonte, arriva Giancarlo Giannini

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento