Grotte, picchia e umilia ex moglie: dopo il patteggiamento nuova persecuzione

Il gip impone il "divieto di avvicinamento" a un trentaquattrenne accusato di stalking

Torna in paese dopo il patteggiamento, che ha fatto decadere la misura cautelare del divieto di dimora a Grotte, e riprende a perseguitare l’ex moglie con insulti e minacce sotto casa e persino prendendo a pietrare il balcone della donna. Per G.R., 33 anni, di recente condannato per maltrattamenti, lesioni aggravate e violazione di domicilio ai danni dell'ex moglie, è scattato un nuovo provvedimento che gli vieta di avvicinarsi ai luoghi frequentati dall’ex moglie e dal suo nuovo compagno.

Questa mattina il suo difensore, l’avvocato Gianfranco Pilato, ha chiesto al tribunale del riesame di annullare il provvedimento ritenendo che si tratti di “episodi occasionali e di poco conto”.

La Procura, invece, lo accusa di avere perseguitato dal 26 ottobre al 5 novembre l’ex moglie che, in passato, sarebbe stata costretta a subire ripetute offese, percosse e umiliazioni anche in presenza del figlio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Si affaccia al balcone e si masturba: 45enne allontanato per un anno

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento